Ventottesima giornata Serie A: primo stop per la Juve. L’Inter vince il derby e si riprende il terzo posto.

Ventottesima giornata Serie A: primo stop per la Juve. L’Inter vince il derby e si riprende il terzo posto.

Ventottesima giornata Serie A: primo stop per la Juve. L’Inter vince il derby e si riprende il terzo posto.

Giornata ricca di gol e sorprese la ventottesima del campionato 2018/2019. La prima è arrivata nell’anticipo del sabato: la vittoria della Spal sulla Roma. La seconda è stata quella del lunch match domenicale con la Juventus sconfitta per la prima volta in questa stagione da un buon Genoa. Grande movimento anche in zona Champions ed Europa League: l’Inter si prende un derby spettacolare e torna terza in classifica. Salgono anche Sampdoria e Lazio che si riportano a ridosso delle prime posizioni. In coda vittorie fondamentali anche per Bologna ed Empoli.

Risultati e classifica

Cagliari – Fiorentina 2-1
Sassuolo – Sampdoria 3-5
Spal – Roma 2-1
Torino – Bologna 2-3
Genoa – Juventus 2-0
Atalanta – Chievo 1-1
Empoli – Frosinone 2-1
Lazio – Parma 4-1
Napoli – Udinese 4-2
Milan – Inter 2-3

Juventus 75
Napoli 60
Inter 53
Milan 51
Roma 47
Lazio 45
Atalanta 45
Torino 44
Sampdoria 42
Fiorentina 37
Parma 33
Genoa 33
Sassuolo 32
Cagliari 30
Spal 26
Udinese 25
Empoli 25
Bologna 24
Frosinone 17
Chievo 10

Juve stanca: primo ko col Genoa

È una Juventus distratta quella che conosce la prima sconfitta in questa Serie A e che interrompe l’incredibile striscia di 26 risultati utili consecutivi in trasferta. Senza Cristiano Ronaldo, tenuto a riposo da Allegri, e con le scorie della storica rimonta Champions sulle gambe, i bianconeri controllano bene il primo tempo ma calano decisamente nella ripresa. È qui che il Genoa sale di colpi e trova le reti di Sturaro e Pandev che decidono la gara. Dopo il pareggio dell’andata i rossoblu diventano l’unica squadra in stagione a non aver mai perso con la Vecchia Signora.

L’Inter si prende derby e terzo posto

Derby spettacolare a San Siro nel posticipo domenicale. Finisce 3-2 per l’Inter in una gara avvincente fin dalle prime battute, ricca di episodi e a tratti anche troppo “cattiva”. Dopo l’1-0 di Vecino su distrazione della difesa rossonera in avvio, nella ripresa succede di tutto: De Vrij raddoppia di testa prima della rete della speranza di Bakayoko. Poi tocca a Lautaro Martinez entrare nel tabellino marcatori con il rigore che vale il 3 a 1. Il Milan però non ci sta e accorcia con il tap-in di Musacchio prima di trovarsi la strada sbarrata dai miracolosi interventi di Handanovic e D’Ambrosio nei minuti finali. L’Inter torna terza e il Milan trova il primo stop dopo dieci risultati utili consecutivi.

La Roma cade e la Lazio si avvicina

A rendere meno amara la sconfitta dei rossoneri l’inaspettato stop della Roma che cade in casa della Spal e perde l’occasione per riavvicinarsi al quarto posto. In piena emergenza infortuni, i giallorossi di Ranieri vanno sotto al 22′ con la rete di Fares, bravo a sfruttare il bel cross di Cionek. Nella ripresa il tecnico capitolino prova a cambiare l’inerzia della gara inserendo Zaniolo e Perotti per Kluivert ed El Shaarawy e trova il momentaneo pareggio con il rigore dell’argentino. Al 60′ è ancora la Spal a passare con Petagna, freddo a segnare il penalty assegnato per fallo di Juan Jesus.

Si riavvicina al quarto posto la Lazio che si porta a -2 dai cugini con una gara da recuperare. All’Olimpico la squadra di Inzaghi batte 4-1 il Parma con una grandissima prova collettiva I biancocelesti chiudono la pratica nel primo tempo: al 22′ Marusic sblocca il risultato. Quattro minuti dopo Luis Alberto inaugura la sua grandissima domenica con il gol del 2 a 0. Spagnolo ancora protagonista al 38′ con la trasformazione del rigore del 3 a 0. In finale di frazione c’è tempo anche per la quarta rete firmata da Lulic. Di Sprocati il gol della bandiera per i gialloblu.

Europa League: Torino e Atalanta si fermano. Risale la Sampdoria

Battuta d’arresto in chiave Europa League per il Torino di Mazzarri. Al Grande Torino l’ex Mihajlovic si prende la propria personale rivincita e il Bologna torna a sperare nella salvezza. Apre le marcature l’autorete di Pulgar. Risposta immediata degli emiliani che prima pareggiano con Poli e poi la ribaltano con il rigore dello stesso Pulgar. Nella ripresa il tris decisivo di Orsolini in contropiede e l’inutile 3 a 2 di Izzo nel finale.

Dopo le due vittorie negli scontri diretti contro Fiorentina e Sampdoria, l’Atalanta si ferma e pareggia in casa contro il fanalino di coda Chievo. Ottima la prova difensiva dei veneti che passano nel primo tempo grazie a Meggiorini. Nella ripresa assedio degli uomini di Gasperini che trovano il meritato pareggio con Ilicic.

Approfitta dello stop delle concorrenti la Sampdoria di Giampaolo che batte il Sassuolo in trasferta con un perentorio 5 a 3 e torna in piena corsa per l’Europa. Alla mezz’ora i doriani sono già avanti di due reti grazie a Defrel e Quagliarella. Riassestatosi dallo shock iniziale, il Sassuolo accorcia con Boga ma viene immediatamente rispedito indietro dal 3 a 1 di Linetty. Nel secondo tempo arrivano anche il 4 a 1 di Praet, la riposta di Duncan e la rete del 5 a 2 di Gabbiadini. Chiude la serie di marcature Babacar, che insacca con un bel tiro a giro dalla distanza il definitivo 3-5.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro