Ventiduesima giornata Serie A: il Napoli accorcia sulla Juve. Si infiamma la lotta Champions

Ventiduesima giornata Serie A: il Napoli accorcia sulla Juve. Si infiamma la lotta Champions

In una giornata contrassegnata dal segno X (ben sei pareggi su dieci gare) le sorprese arrivano in alta classifica. La Juventus, dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia, si ferma ancora e non va oltre il 3 a 3 contro un ottimo Parma. Ne approfitta il Napoli che batte la Sampdoria e riporta lo svantaggio sotto la doppia cifra. Sorprende in negativo l’Inter, alla seconda sconfitta consecutiva in Serie A, mentre si avvicinano le inseguitrici Milan, Roma, Lazio e Atalanta, tutte racchiuse in un punto e in piena bagarre per il quarto posto.

Risultati e classifica

Empoli – Chievo 2-2
Napoli – Sampdoria 3-0
Juventus – Parma 3-3
Spal – Torino 0-0
Genoa – Sassuolo 1-1
Udinese – Fiorentina 1-1
Inter – Bologna 0-1
Roma – Milan 1-1
Frosinone – Lazio 0-1
Cagliari – Atalanta 0-1

Juventus 60
Napoli 51
Inter 40
Milan 36
Roma 35
Atalanta 35
Lazio 35
Sampdoria 33
Fiorentina 31
Torino 31
Sassuolo 30
Parma 29
Genoa 24
Spal 22
Cagliari 21
Udinese 19
Empoli 18
Bologna 17
Frosinone 13
Chievo 9

La Juve si ferma col Parma e il Napoli torna a -9

Nell’anticipo delle 18 del sabato il Napoli di Ancelotti non ha fatto sconti alla Samp. Un 3 a 0 netto, impreziosito dalle reti di Insigne e Milik nel primo tempo e dal rigore di Verdi nel finale. I partenopei dimostrano così di aver smaltito la delusione per l’eliminazione dalla Coppa Italia e si portano a quota 51 in classifica. Quella contro i blucerchiati è stata forse l’ultima partita da capitano di Marek Hamsik che dopo dodici stagioni in azzurro potrebbe trasferirsi in Cina.
La sorpresa di giornata è arrivata nell’altro anticipo del sabato. Protagonista la Juventus che all’Allianz Stadium non va oltre il 3 a 3 contro un ottimo Parma. Quello che stupisce è l’andamento del match: i bianconeri si portano avanti con le reti di Ronaldo e Rugani prima di subire l’1 a 2 di Barillà. Al 21′ della ripresa allunga ancora CR7. Gara finita? Neanche per sogno. Nella mezz’ora finale sale in cattedra Gervinho che approfitta delle amnesie difensive dei Campioni d’Italia e con una doppietta regala ai Ducali un pareggio prestigioso. Juve ancora nettamente prima e Parma che resta attaccato al treno Europa League.

Il Bologna batte l’Inter e si riaggancia al treno salvezza

Continua il periodo negativo dell’Inter, eliminata dalla Coppa Italia e ancora senza reti segnate in campionato nel 2019. Anche nella gara casalinga contro il Bologna si è ripetuto lo spartito delle ultime uscite: gran possesso palla ma poche occasioni da gol. Ne ha approfittato il Bologna dell’ex Sinisa Mihajlovic che, alla prima da tecnico sulla panchina rossoblu, ha strappato tre punti d’oro in chiave salvezza grazie alla rete di Santander. Nerazzurri ancora stabili al terzo posto ma che ora devono guardarsi le spalle dall’agguerrito quartetto formato da Milan, Roma, Lazio e Atalanta distanti solo quattro punti.

Lotta Champions: quattro squadre in un punto

La speranza di tutti gli appassionati di calcio è che la volata per l’ultimo posto utile per la Champions si mantenga così fino all’ultima giornata. Al momento ci sono ben quattro squadre raccolte in un solo punto: Milan a quota 36 e Lazio, Atalanta e Roma a 35. Ancora in corsa anche la Sampdoria che nonostante lo stop col Napoli resta a -3 dalla quarta piazza.
Rossoneri e giallorossi non sono andati oltre il pareggio in una gara dalle mille emozioni: alla rete di Piatek (la terza in tre gare nel Diavolo), ha risposto Zaniolo a inizio ripresa. Prima e dopo le due reti girandola di emozioni con Donnarumma protagonista di una serie di interventi decisivi e migliore in campo. Del pari tra quarta e quinta in classifica hanno approfittato biancocelesti e nerazzurri a cui sono bastate le prodezze di Caicedo e Hateboer per battere Frosinone e Cagliari e per rendere la lotta Champions ancora più emozionante.

Sassuolo, Torino e Fiorentina: tre pareggi per l’Europa League

A due punti dalle squadre che si contendono il quarto posto restano stabili Sassuolo, Torino e Fiorentina, tutte fermate sul pareggio dalle rispettive avversarie. A Marassi il Sassuolo, avanti nel primo tempo con Djuricic, è stato subito raggiunto dal Genoa che si è goduto la seconda rete consecutiva di Sanabria, l’attaccante chiamato per sostituire Piatek. Stesso risultato della Fiorentina che alla Dacia Arena va in svantaggio con l’Udinese nella ripresa (gol di Larsen) per poi agguantare il pareggio con la prodezza dalla distanza di Edmilson. Non va oltre lo 0 a 0 il Torino contro la Spal in una gara dalle poche emozioni e dal grande agonismo in cui gli uomini di Mazzarri ci hanno provato fino alla fine nonostante l’inferiorità numerica (espulso Nkoulou al 65′).

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK