Tre vittorie su tre: la Juventus è già in fuga

Tre vittorie su tre: la Juventus è già in fuga

 

Sono bastate appena tre giornate di campionato per chiarire a tutti che la Juventus è ancora la squadra da battere. Unici a punteggio pieno (con la Fiorentina che però ha giocato una gara in meno), i bianconeri di Allegri hanno battuto un buon Parma nell’anticipo di sabato e per la prima volta negli ultimi otto anni sono al comando con questo vantaggio dopo soli 270 minuti di gioco. E mancano ancora i gol di CR7.

 

I risultati

Milan-Roma 2-1

Bologna-Inter 0-3

Parma-Juventus 1-2

Fiorentina-Udinese 1-0

Chievo-Empoli 0-0

Atalanta-Cagliari 0-1

Torino-Spal 1-0

Lazio-Frosinone 1-0

Sampdoria-Napoli 3-0

Sassuolo-Genoa 5-3

 

Le sconfitte di Napoli e Roma

La sorpresa più grande della terza giornata di Serie A è arrivata da Marassi. La Samp di Giampaolo ha sconfitto il Napoli per 3 a 0, regalando magie e spettacolo ai propri tifosi. È la prima sconfitta per Ancelotti da quando siede sulla panchina partenopea. Questa volta non è riuscita la rimonta come nei due turni precedenti e dopo la doppietta di Defrel nel primo tempo ci ha pensato Quagliarella con uno spettacolare colpo di tacco a chiudere il match. La partita ha evidenziato i problemi tattici nascosti dalle rimonte precedenti: squadra lunga e incertezze difensive. Nemmeno il cambio di modulo, dal 4-3-3 al 4-2-3-1, ha funzionato. La sosta per le Nazionali arriva puntuale per una squadra che in queste due settimane dovrà completare il passaggio dal “sarrismo” all’“ancelottismo”.

Non ha fatto meglio la Roma che dopo la vittoria in extremis col Torino e il pirotecnico pareggio con l’Atalanta è incappata nella prima sconfitta stagionale contro il Milan. A decidere il gol di Cutrone su magia di Higuain nei minuti di recupero. Al di là del risultato, rimasto in bilico fino all’ultimo secondo, non hanno convinto le scelte di Di Francesco (la difesa a tre e i due moduli cambiati in corso d’opera) e alcuni dei giocatori più importanti sono apparsi fuori condizione, con l’unico Dzeko a farsi carico del peso dell’attacco.

 

Milano torna a sorridere

Ottime notizie per Milan e Inter, entrambe alla prima vittoria in campionato. I rossoneri hanno avuto ragione della Roma all’ultimo minuto, ma la gara ha dato indicazioni importanti a Mister Gattuso. I suoi ragazzi hanno dimostrato quella solidità mentale mancata col Napoli, hanno lottato fino al fischio finale e hanno messo in mostra un calcio solido e con buone trame offensive. Si è capita in una giocata anche l’importanza di Higuain: suo il meraviglioso assist per il gol vittoria di Cutrone.

Primi tre punti anche per i nerazzurri che battono il Bologna con un secco 3 a 0. Un risultato arrivato grazie al gol all’esordio di Nainggolan e alle reti nei minuti finali di Candreva e Perisic. La strada verso un gioco fluido e spettacolare è ancora lunga ma Spalletti può esultare per la ritrovata solidità difensiva e per il talento diffuso dalla metà campo in avanti.

 

Sassuolo, Torino e Fiorentina: la classe media torna a volare

Al secondo posto solitario in classifica c’è il Sassuolo, la vera sorpresa di questa prima parte di campionato. Contro il Genoa Boateng, Berardi e compagni hanno regalato gol e occasioni a ripetizione, chiudendo il primo tempo in vantaggio per 4 a 1 e la ripresa sul punteggio di 5 a 3. Il nuovo tecnico De Zerbi sta confermando quanto di buono aveva mostrato nell’ultima parte della scorsa stagione con il Benevento: un calcio fresco e propositivo e schemi che cambiano a seconda dell’avversario senza mai dimenticare la filosofia di base, quella di giocare sempre il pallone in velocità.

Vittoria di misura anche per il Torino di Mazzarri, che dopo i buoni segnali dati contro Roma e Inter, ha fermato la corsa verso la vetta della Spal grazie alla rete di Nkoulou. Primi tre punti in stagione e passi avanti verso la metà sinistra della classifica.

Ai viola è invece bastata una magia dell’insospettabile capocannoniere Marco Benassi per avere ragione di una buona Udinese. Dopo la goleada col Chievo i ragazzi di Pioli hanno vinto ancora e insieme alla Juventus sono l’unica squadra a punteggio pieno. Un’iniezione di fiducia importante per una squadra ricca di giovani dal sicuro avvenire.

 

Lotta salvezza: bene Cagliari, Chievo ed Empoli

Vittoria importante in chiave salvezza per il Cagliari di Maran. Il gol di Barella ha regalato ai sardi i primi tre punti contro un’Atalanta apparsa sottotono e ancora condizionata dall’eliminazione nel playoff di Europa League. Pareggio a reti inviolate tra Chievo ed Empoli e primo punto in classifica per gli scaligeri.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK