Le 3 gare ciclistiche italiane più importanti

L’Italia è da sempre considerata una delle patrie mondiali del ciclismo professionistico. Oltre a vantare il maggior numero di appassionati delle due ruote e ad aver dato i natali ad alcuni dei più grandi campioni di sempre come Coppi, Bartali, Pantani e Gimondi, il nostro Paese ospita ogni anno alcune delle competizioni più seguite a livello globale. E queste sono le tre più importanti.

La Milano-Sanremo

La Milano-Sanremo è la grande corsa che apre ufficialmente la stagione ciclistica internazionale e insieme a Giro delle Fiandre, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi e Giro di Lombardia è una delle 5 “classiche monumento”. Lunga quasi 300 km, si corre tradizionalmente in primavera e su un percorso che nel finale prevede sempre la salita del Poggio e l’arrivo al centro di Via Roma a Sanremo.

Nelle 110 edizioni corse dal 1907 a oggi sono stati i portacolori azzurri a farla da padrone, vincendo ben 51 volte contro le 20 del Belgio, le 14 della Francia e le 7 della Germania. Il record-man di successi della Classica di Primavera è Eddy Merckx con 7. Dietro di lui nell’albo d’oro Costante Girardengo con 6 e la coppia Gino Bartali – Erik Zabel a quota 4.

Il Giro d’Italia

Il Giro d’Italia è invece la più prestigiosa corsa a tappe che si corre nello Stivale e insieme a Tour de France e Vuelta di Spagna una delle tre più importanti al mondo. La prima edizione si corse nel 1909 con partenza da Milano: alla fine di otto tappe durissime tappe arrivarono nella capitale lombarda meno di 50 dei 130 partecipanti con Luigi Ganna primo vincitore assoluto.

Corsa sponsorizzata da “La Gazzetta dello Sport”, il Giro d’Italia si corre tradizionalmente nel mese di maggio e dall’edizione del 1931 mette in palio la “maglia rosa”, colore simbolo del quotidiano organizzatore. Dagli anni ’70 sono entrate in corsa anche altre maglie, quella verde (oggi azzurra) per gli scalatori, e quella ciclamino per il vincitore della classifica a punti.

Tre leggende del ciclismo hanno conquistato la corsa rosa in ben 5 occasioni: Alfredo Binda, Fausto Coppi e Eddy Merckx. Il primato per numero di tappe vinte appartiene invece al velocista ex campione del mondo Mario Cipollini che nell’edizione 2003 conquistò la sua 41esima vittoria parziale, una in più dello stesso Binda.

Dagli anni ’70 a oggi alcuni campioni, più di altri, hanno legato il proprio nome alla corsa italiana: Giuseppe Saronni vinse nel 1979 e nel 1983, il francese Bernard Hinault conquistò tre maglie rosa tra il 1980 e il 1985, Miguel Indurain realizzò una storica doppietta nel 1992 e 1993 e Marco Pantani trionfò nel 1998 prima di realizzare una storica doppietta col Tour de France della stessa stagione. Nel nuovo millennio mai nessun corridore è riuscito a vincere più di un Giro consecutivo. Gli unici a conquistarne due sono stati Gilberto Simoni (2001 e 2003), Alberto Contador (2008 e 2015) e Vincenzo Nibali (2013 e 2016), lo “Squalo di Messina”, che anche nel 2020 si giocherà i favori delle quote di SportPesa con il campione uscente Richard Carapaz, primo corridore ecuadoriano a vincere uno dei tre grandi giri a tappe.

Il Giro di Lombardia

Se la Milano-Sanremo è la classica che da il via alla stagione, il Giro di Lombardia, la “Classica delle foglie morte” è quella che la conclude in autunno. Nonostante il percorso e la sede d’arrivo varino di stagione in stagione, il Lombardia prevede sempre alcuni punti simbolo come l’ascesa del Ghisallo e il Muro di Sormano. Fin qui sono state corse 112 edizioni a partire dal 1905 e il primato di successi spetta ancora all’Italia con 69. Tra i plurivincitori spiccano le 5 affermazioni di Fausto Coppi, le 4 di Binda e le 3 di Girardengo, Damiano Cunego, Gaetano Belloni, Gino Bartali, Henri Pellisier e Sean Kelly.


18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK