Storia delle carte da gioco: le origini

Storia delle carte da gioco: le origini

 

Un viaggio a ritroso nel tempo come quello che stiamo per cominciare è suscettibile di parecchi errori. Del resto l’origine delle carte da gioco è ancora poco chiara e ogni Paese in cui queste carte si sono diffuse e sono entrate a far parte della tradizione popolare, vanta diritti più o meno accreditati sulla loro origine.

 

Da dove partire?

Attualmente gli indizi più attendibili sul luogo di nascita delle carte da gioco ci portano in Asia dove nel I secolo d. C. alla corte dell’imperatore Ho Ti visse Cai Lun, uno dei più celebri inventori cinesi. A lui dobbiamo l’invenzione di un processo che permise di realizzare i primi fogli di carta: ricavati dalla macerazione di tessuti, corteccia d’alberi e altre fibre tessili.

Da questo nuovo materiale in Cina si diffuse la carta moneta, antenata delle moderne carte da gioco. Queste antiche banconote erano decorate con “semi” raffiguranti immagini diverse in base al loro valore e furono impiegate come denaro o posta per il gioco dei dadi e del domino.

Il passaggio cruciale dal quale nacquero le moderne carte da gioco si verificò sempre in Cina, quando la carta moneta diventò non solo oggetto di scambio tra vincitore e vinto, ma parte del gioco stesso. All’epoca dunque non c’era alcuna differenza tra il denaro utilizzato per giocare e lo strumento del gioco. Un po’ come se oggi usassimo le 52 carte del mazzo francese per fare la spesa.

 

E se fossero nate in Egitto?

Una delle ipotesi più seducenti sulle origini delle carte da gioco sarebbe quella egizia. Non esistono molte prove a sostegno, ma gli indizi sono molti e vediamo di seguire il ragionamento di coloro che sostengono questa ipotesi.

L’antico calendario egizio era strutturato su di un anno costituito da 52 settimane, lo stesso numero di carte del mazzo francese.

Il principale calendario egizio, quello detto civile, era costituito da 365 giorni esatti. Se sommiamo i punti delle singole carte e aggiungiamo il jolly otteniamo la cifra di 365. Ma visto che gli egizi sapevano che in questo modo l’anno del calendario non sarebbe corrisposto perfettamente con quello solare aggiungevano di volta in volta dei giorni detti epagomeni. Il secondo jolly che troviamo in molti mazzi di carte sarebbe derivato proprio da questa antica tradizione.

E per finire i quattro re rappresenterebbero i quattro elementi naturali: aria, acqua, terra e fuoco. Con particolare importanza al Re di bastoni visto che proprio i bastoni, anticamente chiamati nilometri, erano impiegati per misurare il livello del Nilo.

 

L’ipotesi indiana

Da secoli ci si riunisce in India per giocare al Ganjifa da cui i moderni mazzi di carte potrebbero aver avuto origine. Il termine deriva dall’antico persiano ganjifeh che significa guarda caso carta da gioco. I mazzi del Ganjifa erano tradizionalmente realizzati a mano da artisti locali e una delle maggiori particolarità di queste carte sta nella loro forma rotonda. L’ipotesi indiana presenta molti punti oscuri e di certo se questa origine è tuttora dibattuta, potrebbero aver fatto da tramite per la diffusione dei giochi di carte prima in medio oriente e successivamente in Europa.

 

E in Italia?

Pare ormai accertato che nel nostro Paese abbiano avuto origine i Tarocchi, inventati nell’Italia settentrionale del XVI secolo per svolgere complicati giochi di presa. Ferrara, Milano e Bologna diventarono in breve tempo i centri di diffusione dei giochi di carte con i Tarocchi, passatempo per l’élite aristocratica delle rispettive città. È curioso notare come in origine le carte dei Tarocchi svolsero una funzione molto simile a quella degli attuali mazzi francesi o napoletani per poi essere impiegati nella cartomanzia a partire dal XVII secolo.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK