Sesta giornata di Serie A: vincono le big, sale il Genoa

Sesta giornata di Serie A: vincono le big, sale il Genoa

Nessuna difficoltà per le squadre di vertice nel turno infrasettimanale valido per la sesta giornata del Campionato di Serie A 2018-2019. Dopo il successo in extremis dell’Inter sulla Fiorentina nell’anticipo del martedì, vincono in scioltezza Juventus, Napoli, Roma e Lazio. Molto bene il Genoa di Ballardini che grazie al sesto gol della rivelazione Piatek si piazza a un solo punto dalla zona Champions League. Pari a reti bianche tra Cagliari e Sampdoria e tra Atalanta e Torino.

Tutto facile per le big

L’Inter di Spalletti sembra aver trovato la strada giusta per risalire dopo l’avvio stentato. O almeno il carattere per provarci. Dopo i successi nel recupero contro la Samp e contro il Tottenham in Champions, è arrivato il terzo gol nei minuti finali a chiudere una settimana da tre vittorie. Questa volta è stato D’Ambrosio a realizzare il 2 a 1 finale dopo le reti di Icardi su rigore e l’autorete di Skriniar su tiro di Chiesa. 10 punti in classifica per i nerazzurri che raggiungono al quarto posto proprio la Viola.

Non conosce battute d’arresto la corsa della Juve. Altre buone notizie per Allegri. Nel 2 a 0 contro il Bologna si è finalmente sbloccato Dybala, autore al dodicesimo del gol che mette in discesa la partita. Resta a secco CR7 che si rende comunque utile alla causa regalando a Matuidi l’assist per la rete che chiude il match.

Dopo tre sconfitte e un pareggio nelle ultime quattro torna a sorridere anche la Roma. Il derby col Frosinone è senza storia. Di Francesco cambia ancora schema e opta per un 4-2-3-1 in grado di esaltare le caratteristiche dei trequartisti Pastore, Under ed El Shaarawy. Scelta azzeccata visto che saranno proprio loro con un gol a testa a fissare il 3 a 0 di fine primo tempo. Nella ripresa gioia anche per Kolarov. Giallorossi a otto punti in classifica.

Continua a volare il Napoli di Ancelotti. Schierati ancora con il “nuovo” 4-4-2, i partenopei passano in vantaggio al quarto minuto con la rete del solito Insigne (quinta marcatura in campionato). Da lì in poi iniziano a macinare gioco e occasioni fino a fine primo tempo. Servirà però un assist dello stesso Insigne per Milik a inizio ripresa per mettere in ghiaccio il risultato. Nel finale arriva anche la doppietta del polacco su suggerimento di Verdi. E sabato c’è lo scontro diretto con la Juventus…

Molto bene anche la Lazio, impegnata sul difficile campo dell’Udinese. In una partita ben giocata da entrambe le squadre è stata la maggior caratura tecnica dei biancocelesti a fare la differenza. Nel 2 a 1 finale decisive le reti di Acerbi e Correa prima del gol di Nuytinck nel finale che non è bastato per evitare la sconfitta ai ragazzi di Velazquez.

Il Genoa risale la classifica

La sorpresa di giornata è il Genoa di Ballardini che continua a fare punti (9, ad appena una lunghezza dal quarto posto) con una costante: Piatek. Il ventitreenne polacco ha sfruttato nel primo tempo l’assist di Lazovic per realizzare la sua sesta rete in altrettante partite. Nella ripresa ci ha pensato Pandev dal limite dell’area a segnare il definitivo 2 a 0, lasciando il Chievo a -1 in classifica.

Gli 0 a 0 di giornata: Cagliari – Samp e Atalanta Torino

Dopo il brutto ko contro il Napoli, il Torino era chiamato a far punti. Contro l’Atalanta, reduce dal 2 a 2 agguantato in extremis contro il Milan, Mazzarri ha schierato i suoi con il 3-5-1-1 sostituendo Soriano con Parigini. La scelta non ha pagato e in un primo tempo con poche emozioni è stata la Dea a sfiorare il vantaggio con Rigoni ben servito da Zapata. Nella ripresa poco attacco e molte difese con l’inevitabile chiusura sullo 0 a 0.

Ben più spettacolare il pareggio a reti bianche tra Cagliari e Sampdoria. Entrambe reduci da due sconfitte nel turno precedente, le squadre non si sono risparmiate e hanno collezionato occasioni su occasioni. Le più importanti nella ripresa: prima Farias colpisce il palo a portiere battuto, poi Defrel pareggia il conto dei legni spedendo sulla traversa un colpo di testa. Al minuto settanta altro legno per i doriani con Linetty. Ma la chance più ghiotta la spreca Kownacki al novantunesimo spedendo un calcio di rigore fra le mani del portiere rossoblu Cragno.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro