Serie A – Giornata 9.

Serie A – Giornata 9.

Si è conclusa con il posticipo del lunedì sera la nona giornata del campionato di calcio di serie A 2018/19. La notizia principale è che la Juve per la prima volta durante questa stagione non torna a casa con i tre punti. La squadra di Allegri si deve accontentare di un pareggio casalingo ottenuto contro un Genoa un filo fortunato, ma che sicuramente non ha demeritato per come ha saputo tenere il campo e approfittare delle occasioni.

Il primo pareggio della Juventus di CR7

La partita inizia bene per la Juve, il super campione Cristiano Ronaldo sembra in forma e si fa subito notare con un colpo di testa elegantissimo e perentorio che però – per sfortuna sua e di tutti i tifosi bianconeri – si va a stampare su un legno. Quello che il destino toglie però gli restituisce poco dopo, CR7 si ritrova tra i piedi una palla sporca praticamente a porta vuota dopo una azione concitata e segna uno dei gol più facili della sua carriera.
La serata sembra segnata, la Juve controlla il vantaggio e contiene il Genoa senza eccessivi patemi. Szczesny è attento su un tiro del bomber rossoblù Piatek e la coppia Bonucci Benatià regge bene. Ma una palla che sembra destinata a finire in calcio d’angolo ha un rimbalzo proprio sulla linea di fondocampo e torna sui piedi del genoano Kouamè che è lestissimo a crossare per Bessa, che insacca incontrastato quando probabilmente e colpevolmente tutti erano già con la testa a prepararsi per difendere sul tiro dalla bandierina.
Nei venti minuti rimanenti la Juve non riesce a segnare e così la partita finisce in parità.

Sorpresa Spal, il derby della Madonnina all’Inter

L’altro risultato, forse non clamoroso, ma comunque inatteso è la sconfitta della Roma in casa per 2 a zero contro la Spal, che però in questo inizio di stagione sta dimostrando di essere una squadra veramente tosta e ben messa in campo. I ragazzi di Di Francesco invece stentano a trovare continuità di risultati, alternando belle prestazioni a partite piuttosto scadenti. Il tecnico giallorosso dovrà trovare le chiavi per sbloccare i suoi ragazzi soprattutto da un punto di vista psicologico per fargli evitare futuri cali di concentrazione che rischiano di compromettere la stagione troppo presto.
Il derby della Madonnina Inter-Milan si conclude con una soffertissima vittoria dei neroazzurri che sbloccano la partita con Icardi al secondo minuto di recupero, gettando nella disperazione i giocatori e i tifosi rossoneri. Vecino crossa e Musacchio si fa scappare Icardi, che insacca di testa battendo un Donnarumma non proprio impeccabile per l’ennesima volta. Probabilmente il portiere rossonero è stato definito l’erede di Buffon con troppa fretta, vedremo se saprà riscattarsi durante la stagione di dimostrerà di meritare il suo stipendio monstre.

Il Napoli lancia la rincorsa alla Juventus

Il Napoli di Carletto Ancelotti non si fa sfuggire l’occasione di accorciare le distanze sulla capolista e sbanca Udine con un rotondo tre a zero, firmato da Ruiz, Mertens e Rog. La squadra partenopea rosicchia così due punti alla Juventus e sogna un aggancio per la quale servirà però essere quasi perfetti per tutta la stagione, vista la rosa stellare dei campioni d’Italia e il loro incredibile ruolino di marcia, almeno fino a questo momento.
I partenopei sono sicuramente la squadra che ha maggiori possibilità di contendere lo scudetto alla formazione guidata da Allegri e mettere loro un po’ di pressione.

Le altre partite e la classifica

Pareggi nella sfida tra Fiorentina e Cagliari, Sampdoria-Sassuolo, Bologna-Torino, con i granata che si fanno recuperare due goal di vantaggio e Frosinone-Empoli, che si conclude con un pirotecnico tre a tre.
Infine bella vittoria della Lazio in trasferta a Parma e goleada dell’Atalanta a Verona. I bergamaschi espugnano il Bentegodi rifilando cinque reti al Chievo, regalando così al tecnico Ventura probabilmente il più amaro degli esordi in panchina. Dopo la brutta eliminazione subita con la nazionale gli auguriamo di avere più fortuna alla guida del Chievo, anche se per il momento per lui di certo non è stato un buon inizio.
In classifica la Juventus resta saldamente al comando con 25 punti, quattro di vantaggio sul Napoli a quota 21 e sei sull’Inter, terza a 19 punti. Da segnalare l’ottimo inizio di campionato del Sassuolo ottavo a 14 punti, gli stessi della Roma. Rispetto alla precedente stagione molto opaca sembra che a Sassuolo sia stata ritrovata la verve di un tempo.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK