Serie A 2018/2019: tutti a caccia della Juventus di CR7

Serie A 2018/2019: tutti a caccia della Juventus di CR7

 

È un campionato che si preannuncia spettacolare quello che partirà ufficialmente sabato 18 agosto alle 18.00 con l’anticipo Chievo-Juventus. Dopo anni difficili, la nostra Serie A sembra aver iniziato la risalita verso l’élite del calcio europeo. È arrivato il Pallone d’Oro in carica Cristiano Ronaldo; Inter, Roma, Napoli e Milan si sono rinforzate con acquisti di livello internazionale e anche le medio-piccole hanno lavorato bene sul mercato. A pochi giorni dall’inizio delle ostilità facciamo il punto sui rapporti di forza tra i team con una domanda ben chiara in testa: la Juventus di CR7 è davvero imbattibile?

 

La Vecchia Signora è ancora più forte?

Era della stagione 2007/2008 che la Serie A non ospitava il Pallone d’Oro. L’ultimo fu il milanista Kakà. Dopo di lui iniziò il duopolio Messi – Ronaldo. Oggi uno dei due giocatori che hanno caratterizzato l’ultimo decennio di calcio mondiale gioca nella Juventus e vuole continuare a vincere. Il colpo CR7 ha modificato le prospettive dei bianconeri, li ha trasformati nella favorita numero 1 per la Champions e li mette di diritto in pole position per la vittoria dell’ottavo scudetto consecutivo.

La Vecchia Signora si presenta ai nastri di partenza molto cambiata e, se possibile, più forte fisicamente e tecnicamente: partiti Higuain, Caldara, Sturaro e Lichsteiner, sono arrivati oltre a CR7 e al rientrante Bonucci, Emre Can e Cancelo, due giocatori pronti da subito a prendersi il posto da titolare. Lo scorso anno Allegri e i suoi vinsero con 95 punti in 38 gare. Con i gol di Ronaldo sfonderanno quota 100?

 

Il nuovo Napoli di Ancelotti

Dopo aver sfiorato l’impresa nelle ultime due stagioni, il Napoli ci riprova con Carlo Ancelotti. Ed è proprio il tecnico emiliano il fuoriclasse della campagna acquisti 2018/19. L’unico allenatore ad aver vinto il campionato in 4 dei 5 maggiori tornei europei si ripresenta in Italia con rinnovate ambizioni e con la voglia di riscattare la deludente esperienza col Bayern. Sarri aveva portato i partenopei a esprimere un calcio tra i più belli del Continente e a sfidare la Juve ad armi pari. Riuscirà Ancelotti a far meglio e a migliorare una macchina che sembra già perfetta? Il suo Napoli ha perso due pedine importanti, Pepe Reina e Jorginho. Al loro posto sono arrivati Meret e Fabian Ruiz, giovani di belle speranze ancora tutti da testare ad alti livelli.

 

Il ritorno delle milanesi

Chi si candida a un rinnovato ruolo da protagonista sono le due milanesi. L’Inter ha realizzato una campagna acquisti sontuosa e ricca di giocatori funzionali al gioco di Spalletti. La difesa e il centrocampo sono stati puntellati dagli acquisti di De Vrij e Asamoah. Sulla trequarti i neo arrivati Nainggolan e Politano promettono scintille insieme a Lautaro Martinez, rivelazione del pre-campionato e già in caccia di un posto da titolare.

I cugini rossoneri hanno messo in piedi un vero e proprio miracolo sportivo. Le incertezze societarie hanno bloccato la campagna di rinforzamento per mesi. Il passaggio di proprietà ha cambiato prospettive e squadra: sono arrivati Higuain e Caldara, sono stati ceduti i deludenti Kalinic e Andre Silva, e dal Chelsea è sbarcato il talentuoso mediano Bakayoko. Attenzione a non sottovalutare la voglia di rivincita di Gattuso e dei suoi.

 

Roma e Lazio: la Champions nel mirino

Lo scorso anno le romane furono le rivelazioni del campionato. Di Francesco alla prima stagione sulla panchina della Roma ha portato i suoi al terzo posto e alla semifinale di Champions. Il mercato ha fatto partire giocatori importanti come Allison e Nainggolan ma ha portato Pastore e Kluivert Jr. nel reparto offensivo e Marcano per la retroguardia. Una squadra ancora più giovane e “da corsa” dello scorso anno. Discorso diverso per la Lazio. I biancocelesti sotto la guida di Simone Inzaghi si sono giocati la Champions fino all’ultima giornata. Sono arrivati Acerbi e Berisha e a meno di sorprese dell’ultima ora rimarrà Milinkovic-Savic. Obiettivo dichiarato entrare nelle prime quattro.

Atalanta, Sampdoria e Fiorentina a caccia dell’Europa League

Dietro le magnifiche 6 ci sono 3 squadre che hanno tutto per far bene. L’Atalanta è ormai una delle protagoniste del nostro campionato (e lo scorso anno anche in Europa), può contare sulla sapienza tattica di Gasperini e sulla capacità della dirigenza di scovare sempre giovani talenti in grado di fare la differenza. Sono partiti colonne come Caldara e Petagna ed è arrivato Zapata. Occhio anche all’astro nascente Barrow.

La Fiorentina ha sfiorato lo scorso anno la qualificazione all’Europa League con una seconda parte di stagione incredibile. I gioielli, Chiesa in primis, sono rimasti ed è arrivato un Pjaca in cerca di rilancio. Obiettivo Europa League.

Ultima possibile sorpresa la Samp del nuovo DS Sabatini. Sono partiti pezzi importanti come Torreira, Zapata e Strinic ma Collet e Jankto e l’esperienza di Quagliarella potrebbero non farli rimpiangere.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro