Serie A 2018/19: il bilancio della prima giornata

Serie A 2018/19: il bilancio della prima giornata

 

Dopo un calciomercato spettacolare che ha portato in Italia campioni del calibro di Cristiano Ronaldo, Javier Pastore e Lautaro Martinez, è arrivato il tanto atteso fischio d’inizio della Serie A 2018/19. E al termine di una prima giornata in cui sono state rimandate Milan – Genoa e Sampdoria – Fiorentina, non sono mancati spettacolo e risultati a sorpresa. Questi i promossi e i bocciati dopo i primi 90 minuti.

 

I risultati

Chievo-Juventus 2-3

Lazio-Napoli 1-2

Torino-Roma 0-1

Bologna-SPAL 0-1

Empoli-Cagliari 2-0

Parma-Udinese 2-2

Sassuolo-Inter 1-0

Atalanta-Frosinone 4-0

 

Le vittorie di Napoli, Roma e Juventus

Sugli scudi il nuovo Napoli di Ancelotti, la big che ha convinto di più. Se il pre-campionato balbettante e il mercato ridotto al lumicino avevano fatto storcere il naso a tifosi ed esperti, è arrivato il campo a smentire le critiche. I partenopei avevano l’impegno più difficile tra le grandi, quello in trasferta contro la Lazio. Dopo la prima mezz’ora di sofferenza, Insigne e compagni hanno prima pareggiato il gol del solito Immobile con la zampata di Milik per poi chiudere la pratica con una rete spettacolare dello stesso Insigne. In mezzo sprazzi di bel calcio e idee chiare. Buona la prima.

Molto bene anche la Roma, anch’essa impegnata in trasferta sul difficile campo di un Torino che quest’anno parte con grandi ambizioni. I giallorossi hanno subito messo in mostra le doti che lo scorso anno li hanno portati alla semifinale di Champions: solidità difensiva e talento diffuso in attacco. Contro il buon Toro di Mazzarri è servita una prodezza di Dzeko su assist del positivo esordiente Kluivert per portare a casa i primi tre punti.

Vittoria in rimonta per la prima Juventus targata CR7. Il portoghese non ha segnato ma è sembrato subito a suo agio negli schemi di Allegri, ha regalato giocate spettacolari e solo alcune prodezze di Sorrentino gli hanno tolto la prima esultanza. La partita col Chievo è stata un’altalena di gol ed emozioni. Primi 30 minuti di dominio assoluto bianconero e vantaggio di Khedira. A fine primo tempo pareggio veronese con Stepinski. Nella ripresa succede di tutto. Prima Giaccherini porta in vantaggio i suoi su rigore. Poi l’autorete di Bani e il gol del subentrato Bernardeschi al 93esimo chiudono la pratica a favore della Vecchia Signora. Una Vecchia Signora che al di là delle amnesie difensive ha dimostrato di avere una quantità di soluzioni offensive pressoché infinita.

 

Primo stop per Lazio e Inter

Da rivedere la Lazio di Simone Inzaghi. L’impegno era tra i più difficili e i biancocelesti hanno dimostrato pregi e difetti visti nella scorsa stagione. Il grande gioco offensivo, a tratti spettacolare, del primo tempo, non ha cancellato quelle amnesie difensive che troppo spesso hanno impedito a Immobile e soci il salto di qualità definitivo. Rimandati anche Milinkovic-Savic e Luis Alberto, ancora a corto di condizione.

Inizio amaro per l’Inter di Spalletti, sconfitta per 1 a 0 sul campo del Sassuolo. Il gol è arrivato su rigore e i nerazzurri forse possono recriminare alcuni episodi dubbi, ma a tratti la squadra ha dato l’impressione di arrendevolezza e rassegnazione. Non è esente da colpe il tecnico toscano che è partito con il negativo Dalbert in difesa e con Asamoah esterno avanzato. Molto meglio la ripresa con l’ex Juve da terzino e con Perisic davanti. Due ingressi che però non hanno cambiato l’inerzia della partita.

L’Atalanta di Gasperini non è più una novità, ma una grande del nostro calcio. Rinnovata come ogni anno dal mercato, la Dea ha iniziato il campionato con un 4 a 0 spettacolare al Frosinone. Da ricordare la prova del Papu Gomez, autore della prima e dell’ultima rete e dei due assist per Pasalic e Hateboer.

 

Buon inizio per Spal ed Empoli

Tra le squadre che lotteranno per la salvezza, partono subito bene Spal ed Empoli. I biancazzurri di Semplici hanno vinto il derby col Bologna grazie a una spettacolare rete di Kurtic al minuto 71. I toscani hanno avuto ragione per 2 a 0 di un buon Cagliari mettendo in mostra quel calcio spettacolare che aveva incantato anche in Serie B. Per l’Empoli in gol Krunic e Caputo, entrambi serviti dal giovane trequartista Zajc, una delle probabili rivelazioni del campionato.

Finisce 2 a 2 il match fra due delle protagoniste dell’ultimo mercato, Parma e Udinese. In avvio meglio i ducali di D’Aversa, bravi a portarsi sul 2 a 0 con le reti di Inglese e Barillà. Nella ripresa la reazione bianconera che porta prima al 2 a 1 di De Paul e poi al definitivo pareggio di Fofana. Un risultato che accontenta entrambe le squadre, destinate a far divertire i propri tifosi per tutta la stagione.

 

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro