L’Italia del Rugby è pronta per la Coppa del Mondo

L’Italia del Rugby è pronta per la Coppa del Mondo

Rugby-World-Cup-La-nazionale-italiana

Mancano pochi giorni al 20 settembre, data d’inizio della Rugby World Cup 2019 che si disputerà in Giappone. L’Italia è tra le squadre ad essersi qualificata e ci sono molte aspettative per la nazionale di Conor O’Shea, chiamata a prestazioni convincenti in un girone tutt’altro che semplice, in cui sono presenti tra le altre Sudafrica e Nuova Zelanda. Per ambire a una storica qualificazione ai quarti di finale l’Italia dovrà compiere un’impresa, ce la faranno gli Azzurri?

Le ultime partite e la condizione, prospettive

Negli ultimi anni l’Italrugby ha fatto parlare di sé più per le sconfitte che non per le vittorie. Nel torneo Sei Nazioni 2019 l’Italia è giunta ultima, con cinque ko in altrettante partite e con uno scarto finale passivo di 88 punti. Non è andata meglio negli anni precedenti, bisogna risalire al 2015 per trovare la nostra nazionale vincente in una partita del massimo torneo di rugby dell’emisfero nord. Eppure non mancano alcuni elementi positivi, come il lavoro fatto da O’Shea per ricostruire la squadra e le vittorie dello scorso anno contro le Figi, il Giappone e la Georgia, che hanno dato fiducia e hanno in parte silenziato i discorsi relativi alla partecipazione alle future edizioni del Sei Nazioni.

Tra i recenti match di preparazione alla Coppa del Mondo in Giappone ci sono le sconfitte contro l’Irlanda (29-10) e la Francia (47-19) ma anche la schiacciante vittoria sulla Russia per 85-15, con ben 13 mete azzurre. Certo i Bears non sono paragonabili alle altre due nazionali e questo lo conferma il ranking mondiale (sono al ventesimo posto), ma è comunque una delle squadre che si sono qualificate per la RWC 2019.

Questo ha indotto Conor O’Shea a dichiarazioni ottimistiche. Con gli All Blacks e gli Springboks nello stesso girone, conta di avere la meglio su Canada e Namibia per giocarsi poi tutto contro il Sudafrica, in questo momento più alla portata della Nuova Zelanda, la favorita numero uno di SportPesa per la vittoria della Coppa del Mondo 2019. Servirà comunque una prestazione epica da parte degli uomini capitanati da Sergio Parisse.

La convocazione e i veterani da record

La scelta degli Azzurri da portare in Giappone è iniziata lo scorso maggio, quando Conor O’Shea ha annunciato una prima lista di 44 giocatori. Un primo gruppo allargato, poi ristretto a 38 per i primi due test match di agosto, per arrivare alla lista definitiva di 31 giocatori. Tra questi ci sono veterani come Sergio Parisse, capitano ai mondiali per la terza volta consecutiva, Alessandro Zanni e persino Leonardo Ghiraldini, rientrato dall’infortunio al legamento crociato destro subito lo scorso marzo.

Sergio Parisse prenderà parte alla sua quinta Rugby World Cup, raggiungendo così Brian Lima e Mauro Bergamasco tra coloro che hanno partecipato per cinque volte ai mondiali di rugby. Per Parisse, 36 anni, sarà l’ultima partecipazione a una Coppa del Mondo, così come per Alessandro Zanni, che a 35 anni è riuscito a conquistarsi un posto da titolare nella nazionale del CT O’Shea. Zanni è alla sua quarta partecipazione ai mondiali di rugby così come il coetaneo Leonardo Ghiraldini. In totale, ci sono nove giocatori che hanno partecipato anche alla Rugby World Cup 2015, tutti gli altri sono esordienti.

La lista dei convocati nell’Italrugby

Ecco la lista dei 31 convocati da Conor O’Shea per la Rugby World Cup 2019:

Piloni

Simone FERRARI (Benetton Rugby)

Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club)

Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby)

Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby)

Marco RICCIONI (Benetton Rugby)

Federico ZANI (Benetton Rugby)

Tallonatori

Leonardo GHIRALDINI (svincolato)

Luca BIGI (Zebre Rugby Club)

Oliviero FABIANI (Zebre Rugby Club)

Seconde linee

Dean BUDD (Benetton Rugby)

Federico RUZZA (Benetton Rugby)

David SISI (Zebre Rugby Club)

Alessandro ZANNI (Benetton Rugby)

Terze linee

Maxime MBANDÀ (Zebre Rugby Club)

Sebastian NEGRI (Benetton Rugby)

Sergio PARISSE (Tolone)

Jake POLLEDRI (Gloucester)

Abraham STEYN (Benetton Rugby)

Mediani di mischia

Callum BRALEY (Gloucester)

Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club)

Tito TEBALDI (Benetton Rugby)

Mediani di apertura

Tommaso ALLAN (Benetton Rugby)

Carlo CANNA (Zebre Rugby Club)

Centri

Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby)

Michele CAMPAGNARO (Harlequins)

Luca MORISI (Benetton Rugby)

Ali/Estremi

Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club)

Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club)

Jayden HAYWARD (Benetton Rugby)

Matteo MINOZZI (Wasps)

Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club)

Share this:


SportPesa Racing

18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro