Cosa fanno i calciatori prima della partita?

Il calcio è da sempre uno degli sport più seguiti e amati a livello globale. Gli appassionati sanno tutto dei loro idoli: la carriera, i trofei vinti, le esultanze, le abitudini dentro e fuori dal campo, le dichiarazioni ecc ecc.  Quelli che però non tutti sanno, è quello che gli atleti fanno nei 20 minuti che precedono l’entrata in campo. Proviamo a scoprirlo.

Gli scaramantici: da Ronaldo a Gattuso

Alcuni dei campioni più conosciuti si impegnano in veri e propri riti scaramantici nei minuti prima del match. L’esempio più recente è quello di Cristiano Ronaldo che è solito indossare prima lo scarpino destro e poi il sinistro. Prima di lui, però, c’è chi si è spinto oltre. La bandiera del West Ham e capitano dell’Inghilterra Campione del Mondo nel 1966 Bobby Moore indossava i pantaloncini sempre per ultimo. E se per caso qualcuno li metteva dopo di lui era solito toglierseli e rimetterli. L’ex attaccante di Leicester e Tottenham Gary Lineker, invece, non tirava mai in porta nel riscaldamento pre-partita. Il motivo? Credeva che segnando avrebbe sprecato gol durante il corso del match. Tra le routine più divertenti e curiose quella di Gennaro Gattuso, ex simbolo del Milan e della Nazionale italiana: durante i Mondiali del 2006, poi vinti dagli azzurri in finale con la Francia, Rino era solito prendere un libro di Fëdor Dostoevskij e leggerne alcune pagine comodamente seduto sul wc degli spogliatoi.

Gli amanti della musica: da Messi a Iniesta

Tra i campioni c’è anche chi preferisce rilassarsi ascoltando musica nei minuti che precedono il calcio d’inizio. E i gusti sono estremamente variegati. Leo Messi, grandissimo fan degli Oasis, è solito preparare una playlist dei maggiori successi del gruppo dei fratelli Gallagher prima di ogni impegno importante. Una passione che lo accomuna con il suo grande rivale Cristiano Ronaldo. I due sono tra i favoriti delle quote sul calcio di SportPesa per la vittoria del Pallone d’Oro 2019: probabile che ingannino l’attesa ascoltando le stesse canzoni. Gusti più tradizionali invece per Zlatan Ibrahimovic che nonostante il carattere spesso sopra le righe ama rilassarsi ascoltando il reggae di Bob Marley prima di scendere in campo. Estremamente raffinato Andres Iniesta, amante del brit-pop e dei Kasabian in particolare.

I rituali più strani: le fasciature di Mandzukic e il “pieno” di Pepe Reina

Quando Mario Mandzukic arrivò alla Juventus tutti si chiesero il motivo della fasciatura alle mani che si faceva preparare dai fisioterapisti prima di ogni match ufficiale. Un precedente problema fisico? Una fragilità degli arti? Niente di più sbagliato. Il centravanti croato ha sempre amato farsi fasciare come i pugili soltanto per scaramanzia e per arrivare “preparato” alla battaglia dei 90 minuti. Particolarissima anche la routine di Pepe Reina, ex portiere di Liverpool e Napoli e oggi secondo di Donnarumma al Milan. Nel periodo inglese lo spagnolo parcheggiava la sua auto sempre nella piazzola numero 39 del parcheggio di Anfield. Quando arrivò in Italia decise di modificare leggermente il rituale: non più parcheggio fisso ma pieno di benzina obbligatorio prima del match. Chissà se anche a San Siro ha un posto riservato nei pressi dello Stadio. O almeno un distributore di fiducia.


18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK