Italia – Sudafrica: gli azzurri inseguono il miracolo

Italia – Sudafrica: gli azzurri inseguono il miracolo

preview-Italia-Sudafrica-Rugby-2019

Inizia la seconda parte della Coppa del Mondo di rugby per l’Italia, quella più difficile: archiviate le due vittorie con bonus contro Namibia e Canada, gli azzurri di Conor O’Shea affronteranno venerdì 4 ottobre (calcio d’inizio alle 11.45 italiane) il fortissimo Sudafrica, tra le squadre più accreditate del lotto. Una gara decisiva per il passaggio del turno e che precede l’ultima sfida del girone contro la Nuova Zelanda, in calendario sabato 12.

Lo stato di forma delle squadre

Dopo i primi due incontri della fase a gironi l’Italia guida la Pool B a punteggio pieno con dieci punti, arrivati grazie alle vittorie su Namibia e Canada. Due successi che significano obiettivo minimo raggiunto: il terzo posto nel raggruppamento e la qualificazione diretta ai Mondiali di Francia 2023. Con il Sudafrica, però, sarà un’altra storia: a Parisse e compagni servirà un vero e proprio miracolo sportivo per superare gli Springboks e raggiungere la prima storica qualificazione alla fase a eliminazione diretta di una Coppa del Mondo, risultato solo sfiorato nel 1987 e nel 2007.

Il Sudafrica è attualmente secondo a quota cinque dopo aver perso senza demeritare per 23 a 13 all’esordio contro la Nuova Zelanda e aver agevolmente superato la Namibia per 57 a 3. La squadra di Erasmus è una delle candidate alle medaglie: nell’ultima Rugby Championship hanno dominato corazzate come All Blacks e Australia

Statistiche e precedenti

I quattordici precedenti totali sono tutti positivi per il Sudafrica che partirà anche venerdì con i favori delle scommesse online sul rugby di SportPesa. Il bilancio al momento parla di 13 a 1 per gli Springboks. Delle tre grandi potenze dell’emisfero sud, però, l’Italia è l’unica di cui può vantare lo scalpo. Il 19 novembre 2016 allo stadio Franchi di Firenze Parisse e compagni superarono il Sudafrica per 20 a 18: la prima e unica vittoria contro una delle quattro squadre capaci di vincere la William Ellis Cup.

I 15 di partenza

Entrambi gli allenatori schiereranno la miglior formazione a disposizione. “Abbiamo preparato al meglio la partita contro il Sudafrica. Conosciamo i nostri avversari e siamo consapevoli dell’importanza del prossimo match” le parole del ct azzurro Conor O’Shea. Matteo Minozzi sarà l’estremo titolare con Benvenuti e Campagnaro sulle ali. Nel ruolo di centro spazio per Jayden Hayward e Luca Morisi. In mediana torna la coppia formata da Tommaso Allan e Tito Tebaldi. A guidare l’Italia dalla terza linea ci sarà capitan Parisse. Ai suoi fianchi Jake Polledri e Braam Steyn. Confermate, infine, la seconda linea con Budd e Sisi e la prima, formata da Ferrari, Bigi e Lovotti.


“Abbiamo un lavoro molto difficile ad attenderci questo fine settimana. Questa è probabilmente la sfida più difficile che abbiamo affrontato nel corso del 2019, fortunatamente possiamo schierare praticamente la miglior formazione possibile. Tutto si riduce a questa partita, è quella che conta” – ha dichiarato il tecnico degli avanti Springboks Proudfott. Dentro quindi Tendai “The Beast”Mtawarira e Mbonambi in mischia, Etzebeth e De Jager in seconda linea e tre dei giocatori più forti e imprevedibili del Mondiale: il numero 8 Vermeulen, l’estremo Willie Le Roux e la velocissima ala Cheslin Kolbe. Questo lo schieramento di partenza: 15 Le Roux, 14 Kolbe, 13 Am, 12 De Allende, 11 Mapimpi, 10 Pollard, 9 De Klerk, 8 Vermeulen, 7 Du Toit, 6 Kolisi, 5 De Jager, 4 Etzebeth, 3 Malherbe, 2 Mbonambi, 1 Mtawarira.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK