Liverpool e Tottenham, rimonte epiche: sarà tutta inglese la finale di Champions 2019

Liverpool e Tottenham, rimonte epiche: sarà tutta inglese la finale di Champions 2019

L’edizione 2018/2019 verrà per sempre ricordata come quella delle sorprese e delle rimonte. Le ultime nelle semifinali. Dopo le gare d’andata dominate da Barcellona e Ajax è accaduto quello che nessuno si aspettava: Liverpool e Tottenham hanno ribaltato i pesanti passivi e si sono guadagnate l’accesso all’ultimo atto della Champions. Il 1° giugno al Wanda Metropolitano andrà in scena una vera e propria festa per il calcio inglese.

Liverpool – Barcellona 4-0: il miracolo di Anfield

Niente è impossibile ad Anfield. L’ha scoperto sulla propria pelle il Barcellona nella semifinale di ritorno della Champions 2018/2019. Forti del 3 a 0 del Camp Nou, i Blaugrana si sono presentati in terra inglese con grande tranquillità e alla luce delle assenze di Firmino e Salah pensavano di avere la finale già in tasca. Niente di più sbagliato: il Liverpool ha scritto l’ennesima impresa della sua storia e grazie alle doppiette di Origi e Wijnaldum si è preso la seconda finale consecutiva.
Viste le assenze della coppia di attaccanti da 42 gol stagionali, Klopp si è inventato un tridente inedito con Mané al centro e Origi e Shaqiri ai lati. La scelta di non stravolgere il modulo per le assenze paga: al settimo minuto i Reds sono già in vantaggio, con lo stesso Origi bravo ad approfittare di una corta ribattuta di Ter Stegen. La reazione spagnola è immediata e nei minuti successivi ci vuole il miglior Alisson per dire di no a Messi e Coutinho. Portiere brasiliano chiamato a superarsi anche a fine primo tempo quando la sua uscita su una rapida combinazione Leo – Jordi Alba risulta provvidenziale.
A inizio ripresa l’episodio che cambia il corso della gara e la storia della qualificazione. Il positivo Robertson si fa male e Klopp è costretto a chiamare in campo Wijnaldum. Mai sostituzione fu più azzeccata. In 122 secondi l’olandese realizza la doppietta che riporta il punteggio in parità. La ciliegina sulla torta arriva al 79′: sugli sviluppi di un corner calciato rapidamente da Alexander-Arnold, Origi è il più sveglio a lanciarsi sul pallone e a siglare il gol del definitivo 4 a 0 che manda Anfield in delirio e i Reds in finale.

Ajax – Tottenham 2-3: Lucas Moura ribalta i Lancieri

Si interrompe sul più bello il sogno dell’Ajax che dopo aver eliminato a sorpresa Real Madrid e Juventus e aver vinto la semifinale d’andata, è costretto ad arrendersi alla tripletta di Lucas Moura che porta gli Spurs alla prima finale della loro storia.
La gara si apre con una sorpresa: out per infortunio nel riscaldamento David Neres, giustiziere di bianconeri e Blancos, e dentro Dolberg a completare l’attacco con Tadic e Ziyech nel tridente dell’Ajax. Cambiano gli uomini, ma non l’approccio della squadra di Ten Hag, subito aggressiva e altissima nel pressing. L’inizio è tutto di marca olandese. Al quarto minuto Tadic impegna severamente Lloris. Sull’angolo seguente il portiere della Francia Campione del Mondo si deve però inchinare all’ennesimo colpo di testa vincente di De Ligt.
La reazione del Tottenham è tutta nel palo di Son. È infatti l’Ajax a passare per la seconda volta: al minuto 35 Tadic addomestica un pallone difficile e serve a rimorchio Ziyech che con un sinistro imparabile fulmina Lloris.

Si va al riposo sul punteggio di 3 a 0 complessivo Ajax.
Al Tottenham servono tre gol per ribaltare la situazione e Pochettino tenta la carta della disperazione con Llorente. Sarà la mossa decisiva. Con lo spagnolo come punto di riferimento avanzato, gli inglesi iniziano a macinare gioco e occasioni. La prima è targata Dele Alli che al 53′ esalta i riflessi del portiere Onana. La seconda e la terza avranno un esito migliore: al 55′ Lucas Moura accorcia dopo un bello spunto in velocità. Quattro minuti dopo lo stesso brasiliano approfitta di un pasticcio tra l’estremo difensore e Schone e realizza il gol del 2 a 2.

Il finale è incandescente. L’Ajax è scosso ma va vicino alla rete del 3 a 2 con Ziyech in due occasioni. All’87esimo Vertonghen colpisce la traversa per il Tottenham. La beffa per gli olandesi arriva però al minuto 96: è ancora Lucas Moura il protagonista. Suo il sinistro che gli regala la tripletta personale e porta gli Spurs alla finale di Madrid.

Share this:


SportPesa Racing

18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro