LeBron James: i Lakers hanno un nuovo Re

LeBron James: i Lakers hanno un nuovo Re

 

La data del 2 luglio 2018 rimarrà per sempre nella storia della NBA. Dopo mesi di voci, supposizioni e previsioni è arrivata la tanto attesa “Decision 3.0” del giocatore di basket più forte del pianeta: LeBron James ha deciso di lasciare per la seconda volta in carriera Cleveland per firmare un quadriennale (primi tre anni garantiti più un opzione per il quarto) con i Los Angeles Lakers. I tifosi gialloviola potranno ammirare le gesta del “Prescelto”, pronto a seguire le orme di leggende come Wilt Chamberlain, Kareem Abdul-Jabbar, Jerry West, Magic Johnson, Shaq e Kobe. Ma cosa c’è dietro questa firma? E come cambiano gli equilibri della Lega?

The Decision 3.0

Questa volta nessuno show televisivo, nessuna maglia di Cleveland bruciata in piazza dai tifosi delusi. Per salutare per la seconda volta in carriera la squadra della sua città – a cui ha regalato il primo titolo NBA della storia – LeBron ha scelto una storia Instagram e questo messaggio: “Grazie Northeast Ohio per quattro stagioni incredibili. Questa rimarrà sempre casa”, ha aggiunto poi un messaggio rivolto alla sua fondazione (“Ci vediamo presto”) e l’hashtag #IPromise alla foto dell’università di Akron di cui finanzia le borse di studio per gli studenti locali.

Per la prima volta King James sbarca in una squadra della Western Conference e si troverà a sfidare a domicilio quei Golden State Warriors con cui ha perso tre delle ultime quattro finali. Alla base del clamoroso cambio di casacca le priorità della famiglia e la possibilità di giocare ancora per il titolo: i James possiedono due proprietà a Brentwood, quartiere di Los Angeles, e una buona parte dell’impero finanziario di LeBron ha sede proprio nella Città degli Angeli.

Per tornare in finale la strada sarà molto più complicata. Lo squilibrio tra Ovest e Est sarà ancora più marcato e James dovrà lottare quotidianamente con corazzate come gli stessi Golden State Warriors, con quella Houston arrivata a un passo da eliminare i campioni in carica, con San Antonio, OKC e molte altre.

I nuovi Lakers di LeBron

Magic Johnson, Gm ed ex leggenda gialloviola, aveva promesso di far tornare la propria franchigia allo smalto di un tempo entro due stagioni. La firma di LeBron dà ragione al suo lavoro di questi anni. Ora va allestita una squadra in grado di supportare James nella ricerca del quarto anello. La firma del Prescelto ha portato come reazione gli accordi già depositati con Kentavious Caldwell-Pope, Lance Stephenson, JaVale McGee e Rajon Rondo. Veterani pronti da subito che faranno crescere il nucleo giovane creato in questi anni e composto da Brandon Ingram, Lonzo Ball, Kyle Kuzma e Josh Hart.

Un bel mix di esperienza ed entusiasmo giovanile a cui manca una seconda star. Il nome individuato è quello di Kawhi Leonard, due volte miglior difensore dell’anno Nba e in rotta con i San Antonio Spurs che però al momento hanno la possibilità di pareggiare qualsiasi offerta e tengono altissimo il prezzo del giocatore.

Tutte le squadre di LeBron James

LeBron James è pronto a vestire la terza casacca in carriera. Scelto al numero 1 da Cleveland nel draft 2003, il ragazzo di Akron ha lasciato la squadra della sua città per la prima volta nel 2010, affidandosi al famoso show televisivo di ESPN dal titolo “Decision” per comunicare il passaggio ai Miami Heat di Cris Bosh e Dwyane Wade.

Nei quattro anni in Florida (coincisi con il cambio di maglia, dal 23 al 6) James conquista quattro finali NBA, vincendo due titoli. Il 2014 è l’anno del ritorno in Ohio. Seguiranno altre quattro stagioni, altrettante finals e il primo e unico titolo nella storia di Cleveland nel 2016. Completata la missione di portare la sua città all’anello, LeBron ha deciso di spostare ancora una volta gli equilibri della Lega firmando per i Lakers. Obiettivo minimo se ti chiami James sarà ancora una volta la caccia alla vittoria finale. Golden State permettendo.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK