Nations League 2019: vince il Portogallo sull’Olanda, inglesi terzi

Nations League 2019: vince il Portogallo sull’Olanda, inglesi terzi

Nations League: il Portogallo batte l’Olanda e si prende la prima edizione del trofeo

Il Portogallo supera 1 a 0 l’Olanda di Ronal Koeman nella finale della UEFA Nations League e si prende la prima edizione del torneo continentale. Decisivo il gol al 16esimo del secondo tempo di Gonçalo Guedes, promettente centravanti del Valencia. I lusitani conquistano così il secondo titolo europeo da quando Fernando Santos siede in panchina (sono i campioni d’Europa in carica) e regalano a Cristiano Ronaldo il terzo trofeo stagionale dopo la Serie A e la Supercoppa Italiana.

La partita: decide Guedes nel secondo tempo

Portogallo e Olanda partono entrambe con uno speculare 4-3-3. Dopo i primi venti minuti di studio sono i lusitani a farsi pericolosi per primi con le iniziative di Bruno Fernandes. Suoi i tre tiri verso lo specchio della porta che mettono in allarme la difesa Orange. L’occasione più ghiotta, però, capita sulla testa di Cristiano Ronaldo che alla mezz’ora viene murato bene a terra da Cillesen. Si va al riposo sullo 0 a 0.

Nel secondo tempo è l’Olanda a partire meglio e a impegnare in più occasioni Rui Patricio ma al quarto d’ora passa il Portogallo. Bernardo Silva, eletto miglior giocatore delle final four, trova un corridoio centrale verso l’area di rigore, serve indietro per l’accorrente Guedes che di prima non lascia scampo a Cillesen. La squadra di Koeman reagisce subito. Il primo a impensierire il portiere avversario è Depay di testa. A dieci minuti dalla fine De Roon va vicinissimo al pareggio ma il suo tiro dal limite sfiora di pochi centimetri la traversa. L’ultima occasione è ancora per l’Olanda con Rui Patricio costretto a superarsi sull’incursione di Van de Beek. Finisce così: con il Portogallo a festeggiare il secondo titolo continentale degli ultimi tre anni e con gli Olandesi soddisfatti per aver battuto l’Inghilterra in semifinale e consapevoli di aver intrapreso la strada per la risalita dopo anni difficilissimi.

L’Inghilterra batte la Svizzera e si prende il terzo posto

Nella finalina per il terzo posto vince la giovane Inghilterra di Southgate ai rigori con il punteggio di 6 a 5. Una partita che poteva essere chiusa molto prima, vista la gran mole di occasioni create dagli inglesi che hanno colpito due traverse, un palo, e hanno visto una rete annullata dal VAR.

A partire meglio è proprio l’Inghilterra. Alli, Sterling, Lingard e Kane si cercano e si trovano, creando una mole di gioco invidiabile che la folta retroguardia svizzera non riesce a contenere. La prima occasione arriva al secondo minuto. Lingard trova in profondità Kane che da posizione defilata costringe Sommer alla deviazione sulla traversa. È solo l’antipasto. Pochi minuti dopo ci provano anche Sterling e Alli ma la mira è imprecisa. La Svizzera fa fatica ad arginare le folate offensive avversarie e non riesce quasi mai a rispondere agli attacchi. Unico tentativo quello di Seferovic che sfrutta un buon suggerimento di Xhaka ma si fa murare da Rose al momento della conclusione.

La ripresa si apre a ritmo più sostenuto e le occasioni non mancano da entrambe le parti. Gli inglesi sfiorano il vantaggio al 55′ ma Sommer è miracoloso nel deviare il maldestro tocco di Schar su cross di Rose. Rispondono gli svizzeri con il tiro piazzato di Xhaka su cui fa buona guardia Pickford. La gara viaggia sui binari dell’equilibrio fino al minuto 84 quando l’Inghilterra passa in vantaggio con Wilson. L’arbitro, però, annulla per fallo di Alli sulla conclusione precedente.

Si va ai supplementari e il copione non cambia. È sempre la squadra di Southgate a provarci con maggiore convinzione ma davanti si trova un Sommer insuperabile. In particolare al 99′ quando si oppone per due volte nella stessa azione alle conclusioni di Alli e Sterling. Sarà proprio dell’attaccante esterno del City anche l’ultima chance dell’extra time: bellissimo e sfortunato il suo calcio di punizione che al 117′ si stampa sulla traversa. Servono i calci di rigore. Segnano tutti, Pickford compreso, prima dell’errore di Drmic che consegna il terzo gradino del podio ai Giovani Leoni.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro