Il Barcellona fallisce nella sua impresa

Il Barcellona fallisce nella sua impresa

Quello all’Estadi Ciutat de Valencia doveva essere un incontro di routine per il Barcellona, che aveva conquistato il titolo nazionale solo due settimane prima. La mancata convocazione di Lionel Messi, però, ha contribuito alla bruciante sconfitta per 5 a 4.

D’altro canto, pochi si aspettavano una formazione d’attacco così incisiva da parte del Levante, con la tripletta di Emmanuel Boateng e la successiva doppietta ad opera di Enis Bardhi, che ha saputo approfittare della stanchezza della solida difesa di Los Cules.

Gerard Piqué è rimasto in panchina, lasciando il campo a Thomas Vermaelen e Yerry Mina ed entrando solo dopo l’infortunio del difensore belga nel primo tempo.

Senza Messi, il Barcellona ha cambiato faccia. Il bomber argentino ha fatto la differenza in così tante partite che la sua assenza ha mandato la squadra in tilt. Sia Conte che Simeone erano certi della vittoria delle rispettive squadre contro il Barça senza Messi. La sconfitta di domenica ha riportato l’attenzione sul problema.

Philippe Coutinho ha giocato una bellissima partita, segnando una tripletta che, purtroppo, non è stata sufficiente. Nessuno, infatti, si aspettava che la squadra ospite avrebbe cambiato le carte in tavola.

Ancora prima dell’intervallo, il Levante ha guidato la partita per 5-1, sfruttando i terribili buchi della difesa degli avversari.

Jordi Alba si è dimostrato subito fuori forma, e Nelson Semedo ha faticato a tenere il ritmo sulla fascia destra.

Data la fortunata stagione, l’incontro è stato una vera e propria delusione; quella contro il Levante era la penultima partita del Barcellona, che ha sprecato clamorosamente la sua occasione.

Forse il giudizio è troppo severo: in fin dei conti, chiudere una stagione imbattuti non è un obiettivo realistico. È altrettanto vero che, quando la prospettiva si palesa, sia i giocatori sia gli allenatori iniziano a crederci.

Il 4-4-2 di Valverde è stato criticato perché giudicato non troppo ampio, ma ha solidificato la struttura della difesa. Purtroppo, però, Ousmane Dembele è stato escluso dal posto fisso, e molti tifosi non hanno apprezzato l’abbandono del modello impostato da Johan Cruyff.

L’eliminazione dalla Champions per mano della Roma è stata un duro colpo per la squadra, soprattutto per quanto riguarda il consiglio. È improbabile che l’ex allenatore dell’Athletic Club venga destituito in estate, ma la situazione al Camp Nou è tutt’altro che tranquilla.

Quel che è certo è che la situazione dovrà per forza migliorare. Molti tifosi suggeriscono di cambiare la formazione in 4-3-3, e i vertici della squadra potrebbero essere d’accordo. È innegabile che chiudere la stagione senza una sconfitta sarebbe stato fantastico; nonostante i risultati, però, è difficile sostenere che questa sia la squadra migliore degli ultimi anni.

La partita contro il Levante non è stata una sorpresa. Il Barcellona aveva sfiorato questo risultato già in diverse occasioni; a salvare la situazione era sempre stato Messi, responsabile del pareggio 2-2 contro il Siviglia e fondamentale nella vittoria 4-2 contro il Real Sociedad, dove i giganti catalani si erano ritrovati in svantaggio per 2 a 0 dopo soli 35 minuti.

Finire una stagione senza sconfitte richiede anche una buona dose di fortuna – la sorte dell’Arsenal nel 2003/04 non era stata molto diversa. Il Barcellona, comunque, dovrà capire che non può permettersi di dipendere così tanto da un solo giocatore, specialmente considerando che Valverde non è ancora riuscito a sfruttare al meglio Dembele. L’addio di Iniesta lascerà spazio a Coutinho, che darà un valido apporto creativo al Barça; inoltre, è possibile che un nuovo attaccante si unisca alla squadra, molto probabilmente Antoine Griezmann.

Un tale acquisto influenzerà significativamente la squadra e offrirà più opzioni al CT. D’altro canto, però, è difficile che la difesa del Blaugrana migliori nella prossima stagione. I giocatori saranno più sotto pressione in Champions League, specialmente se il Real Madrid conquisterà la sua terza vittoria consecutiva; per questo sarà ancora più improbabile che portino a casa una stagione senza sconfitte nel prossimo futuro.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK