GP Formula 1: gli highlights di Austin

GP Formula 1: gli highlights di Austin

gli-highlights-e-i-temi-più-importanti-del-Gp-degli-Stati-Uniti-2019

La quarta vittoria della stagione di Valtteri Bottas nel Gran Premio degli Stati Uniti non è bastata a tenere aperto il campionato: con il secondo posto a Austin Lewis Hamilton ha scritto un’altra pagina di storia della F1 conquistando il suo sesto titolo mondiale. Mentre il finlandese conduceva una gara magistrale sin dalla pole position, l’inglese ha sfruttato la strategia da una sola sosta per piazzarsi alle sue spalle e ottenere la matematica certezza di successo iridato. Un GP spettacolare quello texano, in cui a mancare è stata soprattutto la Ferrari, out con Vettel dopo pochi giri e con un Leclerc mai veramente competitivo.

1- La Gara di Bottas

Vittoria meritata per il pilota Mercedes, in una gara avvincente sin dalla partenza. Una vera e propria battaglia tra compagni di squadra che ha visto Bottas superare Hamilton in staccata a quattro giri dalla fine, portando a casa il suo quarto successo stagionale. Per il finlandese anche la gioia di aver ottenuto il record di punti in una stagione in carriera.  

2- Il disastro ferrari

É andato invece tutto storto per la scuderia di Maranello. Una domenica da cancellare sin dalla partenza con Vettel che mostra da subito problemi con la macchina: partito secondo, finisce immediatamente in settima posizione e sarà costretto al ritiro all’ottavo giro. Brutta giornata anche per Leclerc che dopo una partenza incerta ha dovuto abbandonare definitivamente le speranze di lottare per il podio a causa di un problema alla gomma posteriore durante il pit-stop.

3- Verstappen vola per il podio

Partenza ottima per l’olandese che conquista subito al primo giro la seconda posizione. La Red Bull riesce a mantenere per tutta la gara il ritmo delle due Mercedes e negli ultimi giri tiene un passo davvero impressionante. Unica pecca la strategia delle due soste che non ha pagato, anche a causa di una bandiera gialla nel finale che ha impedito a Max di avvicinarsi ulteriormente a Hamilton. Resta comunque un podio e la conferma dei pronostici sul motorsport di SportPesa che vedevano il giovane pilota tra i candidati a una delle prime tre posizioni finali.

4- La rimonta di Sergio Pérez

Una bella gara di rimonta per il messicano della Racing Point che parte dalla pit lane e si assesta in zona punti. Una gara fatta di grandi battaglie, sorpassi millimetrici e di grandissima abilità nel gestire le gomme dure mantenendo comunque un buon ritmo. Ma soprattutto un risultato fondamentale per la scuderia che si ritrova ora a un solo punto dal sesto posto nella classifica costruttori.

5- Il sesto titolo di Lewis Hamilton

6 volte campione del mondo: questo è quello che c’è da dire su Hamilton. Un risultato straordinario da parte di un pilota straordinario. Bastava l’ottavo posto per assicurarsi il titolo, ma da vero campione, Lewis ha voluto di più. Con il suo 150° podio e le 87 pole, il britannico ha raggiunto a 34 anni la piena maturità fisica e tecnica e anche in America ha fatto di tutto per prendersi la vittoria. Il secondo posto è stato però sufficiente per il sesto titolo, uno in più di Manuel Fangio e uno in meno di Michael Schumacher.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro