Europa League. Il Napoli cerca la rimonta contro il Granada.

Europa League. Il Napoli cerca la rimonta contro il Granada.

Al Napoli di Gattuso serve l’impresa per accedere agli ottavi di finale di Europa League. Il 2-0 dell’andata in casa del Granada è un risultato pesante, ci vorrà una grande prova da parte degli azzurri per ribaltare le sorti del turno. E i partenopei devono digerire il 4-2 subito nell’ultima giornata di campionato in casa dell’Atalanta, risultato pesante nella corsa a un piazzamento in Champions League. Dall’altra parte, però, c’è una squadra tutt’altro che imbattibile: il Granada non vince da sei partite in Liga e nell’ultimo turno è stato sconfitto dall’Huesca.

ll match di andata è stato il primo confronto tra queste due squadre in partite ufficiali. C’è una tendenza abbastanza preoccupante per il Napoli: le ultime 26 squadre che hanno vinto di due gol in casa senza subire reti in un match di andata in Europa League hanno poi passato il turno. L’ultima squadra a riuscire a ribaltare questa situazione è stato il Valencia, nei quarti di finale della stagione 2013/14: dopo aver perso 3-0 in casa del Basilea, gli spagnoli hanno compiuto l’impresa di vincere il ritorno 5-0. Per di più, il Napoli ha vinto solamente due delle ultime sette partite interne giocate nelle fasi a eliminazione diretta dell’Europa League, con tre pareggi e due sconfitte. Contro squadre spagnole, gli azzurri non vincono in casa da cinque partite (quattro pareggi e un k.o.), con ben quattro 1-1. Risultato che, ovviamente, non basterebbe agli uomini di Gattuso.

Dall’altro lato, il Napoli è imbattuto nei quattro match giocati in casa in un ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, con tre successi e un pareggio in totale. Per il Granada si tratta della prima esperienza nelle coppe europee: gli uomini di Diego Martinez Penas sono ancora imbattuti in trasferta, con quattro vittorie e un solo pareggio considerando anche le qualificazioni.

In conferenza stampa Gattuso – abbiamo tante assenze, ma credo nella qualificazione. Siamo in pochi e con l’acqua alla gola, ma chi sta giocando sta dando tutto. È un brutto periodo sia per gli infortuni che per le prestazioni, ora dobbiamo parlare meno e fare di più. Dobbiamo dare di più in quanto a voglia e mentalità”. Sui singoli giocatori dichiara: “Recuperiamo Ghoulam e Koulibaly, ma abbiamo perso Osimhen. Mertens lo convoco, ma al massimo ha 10-20 minuti nelle gambe. Vedremo se utilizzarlo in caso di bisogno”. Nessun indizio sulla formazione per non avvantaggiare gli avversari: “Politano centravanti? Potrebbe farlo anche Elmas…”.

La conferenza stampa è stata aperta da Alex Meret: “Il periodo non è dei migliori, ma nello spogliatoio va tutto bene. Contro la Juve ci siamo difesi bene, all’andata e contro l’Atalanta potevamo fare meglio. Qualificarci ci darebbe una bella spinta per il futuro”. Sulla costruzione dal basso: “Ci lavoriamo, è necessaria per eludere il pressing alto degli avversari”.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK