Diciottesima giornata Serie A: l’Inter batte il Napoli e la Juve allunga

Diciottesima giornata Serie A: l’Inter batte il Napoli e la Juve allunga

Risultati a sorpresa nel Santo Stefano della Serie A. Era dal 1971 che le squadre del nostro massimo campionato non scendevano in campo il 26 dicembre e la giornata natalizia ha dato spunti importanti: la Juventus pareggia in rimonta con l’Atalanta ma il Napoli cade a San Siro con l’Inter e perde ancora terreno. Continua la crisi del Milan, fermato sullo 0 a 0 a Frosinone e alla quarta gara senza reti. Si infiamma anche la corsa per l’Europa con le vittorie di Sampdoria, Roma e Torino.

Risultati e classifica

Frosinone – Milan 0-0
Atalanta – Juventus 2-2
Bologna – Lazio 0-2
Cagliari – Genoa 1-0
Fiorentina – Parma 0-1
Sampdoria – Chievo 2-0
Roma – Sassuolo 3-1
Torino – Empoli 3-0
Spal – Udinese 0-0
Inter – Napoli 1-0

Juventus 50
Napoli 41
Inter 36
Lazio 31
Sampdoria 29
Milan 28
Roma 27
Torino 26
Fiorentina 25
Sassuolo 25
Atalanta 25
Parma 25
Cagliari 20
Genoa 19
Spal 17
Empoli 16
Udinese 15
Bologna 13
Frosinone 10
Chievo 5

La Juve rallenta ma il Napoli non ne approfitta

Il campo dell’Atalanta è da sempre uno dei più difficili della Serie A. L’ha scoperto anche la Juventus dei record, che all’Atleti Azzurri d’Italia ha rallentato la sua corsa e si è salvata solo con l’ingresso di CR7 nel finale. In avvio tutto facile per i bianconeri che passano in vantaggio grazie all’autogol di Djimsiti. Poi ci pensa Zapata (doppietta) a riportare la Dea in vantaggio. Nel finale succede di tutto. Prima il subentrato Ronaldo impatta sul 2 a 2, poi è Bonucci a segnare all’ultimo minuto ma la rete viene annullata per fuorigioco.

Il Napoli fallisce l’occasione di accorciare sulla Juventus e perde un altro punto dalla vetta dopo una sconfitta pesante a San Siro con l’Inter. Anche nel posticipo succede tutto negli ultimi minuti. Dopo una gara ricca di agonismo Koulibaly viene espulso per proteste. Il Napoli regge il colpo dell’inferiorità numerica e sfiora addirittura il vantaggio ma Asamoah salva sulla linea. Sul capovolgimento di fronte il neo-entrato Lautaro Martinez, in pieno recupero, assesta il colpo del ko. Napoli a -9 dalla Juve e Inter che consolida il terzo posto riducendo il gap con i partenopei a 5 lunghezze.

Il Milan non sa più vincere e la Samp lo supera

Prosegue la crisi del Milan che con il Frosinone non va oltre lo 0 a 0 e porta a quattro le gare consecutive senza segnare (non succedeva dal 1984). Allo Stipe i rossoneri giocano un brutto primo tempo e non creano nessun pericolo per la porta di Sportiello. Nella ripresa arriva la reazione degli uomini di Gattuso che si fanno più arrembanti ma devono ringraziare Donnarumma, fenomenale nel finale per salvare il punto in classifica.

Non ha problemi di reti Fabio Quagliarella, arrivato all’ottava gara consecutiva con il proprio nome sul tabellino marcatori. Contro un Chievo ben messo in campo è servita una prodezza su colpo di tacco del bomber per sbloccare il risultato in avvio di ripresa. Appena dodici minuti dopo il gol del definitivo 2 a 0 realizzato da Ramirez. La Samp sale così al quinto posto, supera il Milan e si porta a -2 dalla zona Champions.

Roma e Torino risalgono la classifica

La Roma torna al successo con il 3-1 all’Olimpico contro il Sassuolo e regala ai propri tifosi la più bella gara stagionale. Apre le marcature un rigore di Perotti, poi le reti di un ritrovato Schick e uno spettacolare cucchiaio “stile Totti” di Zaniolo fissano il risultato sul 3 a 0. Inutile il gol di Babacar nel finale. Giallorossi che risalgono la classifica e si portano al settimo posto, a -4 dai cugini laziali.
Prosegue la caccia all’Europa anche per il Torino di Mazzarri. I granata dominano l’Empoli fin dalle prime battute grazie all’inedito tridente Zaza-Belotti-Falque che regala equilibrio e grandi giocate. La gara però si sblocca solo a fine primo tempo con l’incornata di Nkoulou sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Appena cinque minuti dopo arriva il gran sinistro al volo di De Silvestri per il raddoppio. Il tris a un quarto d’ora dalla fine grazie alla bellissima azione personale di Iago Falque. Toro ottavo in classifica a 5 punti dalla Lazio.

Simone Inzaghi vince il derby in famiglia

Una Lazio che vince d’autorità sul campo del Bologna e consolida il proprio quarto posto in classifica. Il primo derby dei fratelli Inzaghi lo vince quindi Simone che grazie alle reti di Luiz Felipe e Lulic, entrambe su azione di calcio d’angolo, ottiene la seconda vittoria consecutiva dopo quella col Cagliari. Bologna sempre più in difficoltà e terzultimo a -2 dalla salvezza.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK