Il meglio della Coppa del mondo Tissot di ciclismo su pista 2019 2020

Il meglio della Coppa del mondo Tissot di ciclismo su pista 2019 2020

Coppa-del-Mondo-di-ciclismo-su-pista

La Coppa del Mondo di ciclismo su pista si svolge tutti gli anni dal 1993, sviluppandosi in numerose gare disputate in differenti eventi organizzati tra novembre a gennaio. Al termine della manifestazione viene definita una classifica generale sia per nazioni che individuale in ciascuna specialità prevista. Questi i momenti principali della tappa di Minsk.

Filippo Ganna inizia con il record del mondo

Uno dei risultati più significativi di questa prima tappa della Coppa del Mondo è rappresentato dal nuovo record del mondo realizzato dall’italiano Filippo Ganna nella prova dell’inseguimento individuale. Il ventitreenne piemontese, tra i più accreditati della vigilia nelle previsioni di SportPesa, si è preso la vittoria e il primato con una prestazione di livello straordinario: basti pensare che l’azzurro ha persino doppiato nei giri finali il suo diretto avversario, il britannico John Archibald.

Una prestazione cronometrica da urlo quella di Ganna: durante le qualifiche del mattino il piemontese ha spazzato via la concorrenza con un 4:04.252 che migliora di oltre un secondo il 4.05.423 realizzato dallo statunitense Lambie in altura. La media oraria? 58,956 km/h. Un risultato che aumenta notevolmente le ambizioni del quartetto dell’Italia in vista delle Olimpiadi di Tokyo.

Jennifer Valente domina senza rivali nell’omnium femminile

La statunitense Jennifer Valente vince, dominando, la gara omnium femminile e si prende il primato provvisorio nella classifica della Coppa del  Mondo. L’atleta originaria di San Diego ha messo le cose in chiaro già dal primo giorno, vincendo lo Scratch al termine di una gara tattica e risolta sole alle battute finali. L’epilogo è stato lo stesso anche nella Tempo Race, anche se la Valente ha dovuto condividere la vittoria con l’italiana Letizia Paternoster. Nella prova a eliminazione è invece arrivata l’unica battuta d’arresto della statunitense, che si è piazzata terza alle spalle dell’atleta azzurra e della britannica Laura Kenny, mantenendo tuttavia il primo posto nella classifica generale. La gara a punti, ultima in programma, incorona ancora una volta la leader della specialità, che amministra e controlla le avversarie andando sempre a punti e prendendosi il meritato successo finale.

L’Italia fa il pieno di medaglie

La squadra azzurra torna da Minsk con un bottino di medaglie davvero considerevole. Il medagliere infatti recita un oro, quattro argenti e due bronzi. Oltre all’oro con record del sorprendente Filippo Ganna e al secondo posto della Peternoster, altri azzurri hanno fatto esultare i propri tifosi. La conta dei podi è iniziata fin dal primo giorno grazie alle gare a inseguimento a squadre, dove sia gli uomini che le donne hanno conquistato il bronzo, alla corsa a punti e allo scratch femminile, dove Maria Giulia Confalonieri e Giulia Fidanza hanno raggiunto la piazza d’onore. L’altro argento tricolore porta la firma di Elia Viviani nell’Omnium.

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro