Un terzo di Serie A 2019/2020: i primi bilanci

Un terzo di Serie A 2019/2020: i primi bilanci

bilancio-serie-a-2019_2020

13 partite su 39 in calendario. É andato in archivio nell’ultimo weekend il primo terzo della stagione di Serie A 2019/2020. Una stagione che sta vivendo sul dualismo in vetta tra Juventus e Inter, sulla curiosità per le rivelazioni Cagliari e Verona e sulle delusioni Napoli e Milan. Questi i promossi e bocciati.

Le migliori: Cagliari, Juventus, Inter e Verona

Protagonista di un ottimo mercato estivo, il Cagliari di Maran era partito per ottenere una salvezza tranquilla e si ritrova al quarto posto dopo 13 giornate. Merito del tecnico trentino che ha saputo assorbire gli infortuni di Cragno e Pavoletti rivitalizzando calciatori come Nainggolan, Olsen e Joao Pedro, e ha creato per i sardi un solido impianto di gioco, poco spettacolare ma molto redditizio.

Nonostante il cambio in panchina tra Allegri e Sarri è sempre la Juventus la squadra da battere e la favorita delle quote sul calcio di SportPesa per la vittoria dello Scudetto. Primi in classifica e con la miglior difesa, i bianconeri hanno più opzioni rispetto alle ultime stagioni (De Ligt, Ramsey, Rabiot, Demiral) e hanno ritrovato Higuain e Dybala ad altissimi livelli. E in attesa del miglior Ronaldo e di un gioco più spettacolare la Vecchia Signora vola anche in Champions.

La rivale più accreditata dei Campioni d’Italia è la nuova Inter di Antonio Conte. 11 vittorie, un pareggio e una sconfitta nelle prime tredici, un attacco che funziona, una difesa solida e il carattere del proprio tecnico.   La squadra nerazzurra vola con due sole incognite: la difesa ancora troppo perforata e una rosa forse un po’ corta.

La seconda retroguardia più efficace della Serie A è quella del Verona di Juric, nono in classifica a -4 dalla zona Europa. Un vero e proprio miracolo sportivo quello dei veneti, ultimi per monte ingaggi ma bravi a rilanciare veterani come Veloso e Lazovic e a scoprire giovani di sicuro avvenire come Kumbulla e Salcedo.

Le peggiori: Spal, Milan e Sampdoria

Dopo due salvezze strameritate la Spal di Leonardo Semplici sta faticando moltissimo in questo campionato. Nonostante la presenza del sempre positivo Petagna i ferraresi si trovano al penultimo posto e hanno segnato soltanto 8 volte in 13 partite. Servono innesti in avanti nel mercato di gennaio per rimanere in Serie A.

Tra le deluse di questa prima parte di stagione c’è sicuramente il Milan, partito ad agosto con ben altri obiettivi. I rossoneri hanno già cambiato Giampaolo con Pioli e dopo un avvio disastroso hanno ritrovato solidità ma non ancora la svolta necessaria a risalire una classifica che recita 12esimo posto a 14 punti. I problemi sono soprattutto davanti dove Piatek sembra il lontano parente del centravanti che aveva incantato lo scorso anno e Leao è ancora acerbo.

Dopo un avvio choc con Di Francesco, la Sampdoria sta lentamente risalendo con Claudio Ranieri al timone. I liguri si trovano ora a due punti di vantaggio dalla zona retrocessione ma sono ancora lontani parenti della squadra che aveva incantato lo scorso anno con Giampaolo.

I giocatori rivelazione: Smalling, Tonali e Kulusevski

Negli ultimi anni si era perso al Manchester United ma Chris Smalling sta dimostrando la bontà dell’investimento fatto dalla Roma. Dopo un fisiologico periodo di adattamento al calcio italiano il centrale inglese è diventato il perno della difesa giallorossa e con due gol e un assist si sta rivelando decisivo anche in zona gol.

Tra i giocatori più attesi di quest’anno c’era sicuramente Sandro Tonali, atteso alla conferma dopo gli exploit in Serie B. E il regista del Brescia non ha deluso. Fin qui è sempre stato titolare, ha messo insieme un gol e 2 assist e si è preso la maglia della Nazionale azzurra.

Alla prima esperienza in prima squadra dopo gli anni nella Primavera dell’Atalanta, Dejan Kulusevski sta stupendo tutti con la maglia del Parma. Centrocampista offensivo, lo svedese ha già realizzato 3 gol e 5 assist in 13 partite e su di lui sono già all’opera le big della Serie A e non solo.

Share this:


SportPesa Racing

18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro