Australian PGA Championship 2019: Adam Scott torna al successo

Australian PGA Championship 2019: Adam Scott torna al successo

PGA Australia

È Adam Scott il trionfatore dell’edizione 2019 del PGA Australian Championship dell’European Tour. Vincitore del torneo nel 2013, il padrone di casa è tornato al successo 45 mesi dopo la vittoria nel WGC Cadillac e ha messo ufficialmente fine a un periodo difficile, che l’aveva portato dalla prima posizione del ranking mondiale all’attuale numero 13. A Benowa, sul bellissimo terreno di gioco del Queensland, il 39enne di Adelaide non ha avuto vita facile e si è dovuto difendere fino all’ultima buca dagli attacchi del neozelandese Michael Hendry. Out prima del taglio Aron Zimmer, unico azzurro in gara, che ha chiuso con il punteggio di 149 (74, 75) a +5 sul par.

La vittoria di Scott

Una vittoria non semplice quella del campione 2013 che ha avuto il suo bel da fare per battere un Hendry mai così in forma e capace di portarsi in vantaggio al termine delle prime dieci buche del giorno decisivo. È lì che è venuta fuori l’esperienza del vincitore del Masters 2013 che nel finale ha sorpreso tutti con un incredibile eagle alla 15 e si è rimesso davanti. Da quel momento il neozelandese, che sembrava inattaccabile sia nel gioco che a livello mentale, ha ceduto e non ha saputo reggere alla pressione di Scott. Fatali per lui i colpi persi dalla 16 alla 18. Confermati quindi i pronostici delle scommesse sul golf di SportPesa che vedevano proprio il campione di Adelaide tra i favoriti della vigilia e decima vittoria in carriera nel PGA Tour. Soltanto la prima, però, dal successo di tre anni fa nel WGC Cadillac Championship. Il modo migliore per dimenticare in fretta la sconfitta della scorsa settimana nella Presidents Cup di Melbourne, arrivata al fotofinish contro gli Stati Uniti di un ritrovato Tiger Woods.

Le dichiarazioni del vincitore

Uno Scott visibilmente emozionato e sollevato quello che si è presentato ai microfoni dopo aver alzato la coppa nella splendida cornice del Royal Pines Resort: “dopo un bel salvataggio alla buca 12 eravamo tutti più o meno alla pari e con buone possibilità di vincere. Oggi sono stato io a cogliere l’occasione ma non è stato assolutamente facile” ha dichiarato Scott. “sono felicissimo per questo successo e per aver vinto un altro titolo PGA nel mio Paese – ha proseguito il 39enne – e questa vittoria è la ciliegina sulla torta di un ottimo anno a livello di risultati”.

Il podio e la delusione di Smith

Dietro a Scott, primo con 275 colpi, -13 rispetto al par, ha chiuso il neozelandese Michael Hendry con 277. Alle spalle dei due atleti che si sono contesi il successo fino alla fine, il quintetto composto da Cameron Davis, Min Woo Lee, Nick Flanagan, Wade Ormsby e Yechun Carl Yuan (tutti a 278). Menzione particolare per quest’ultimo, a lungo in testa alla classifica grazie al 67 del primo round che è rimasto il miglior singolo punteggio di tutto il torneo. Niente tris, infine, per il vincitore delle edizioni 2017 e 2018 Cameron Smith, decimo alla fine con 281 colpi e incappato in una settimana non brillantissima al di là dell’ottimo 65 del venerdì.

Share this:


SportPesa Racing

18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK
SportPesa Italia Logo

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro