Australian Open Berrettini e Sinner conquistano i quarti

Australian Open Berrettini e Sinner conquistano i quarti

Australian Open Berrettini Sinner

Australian Open Sinner e Berrettini conquistano i quarti. Un momento d’oro per il tennis italiano. Non succedeva dal 1973 che l’Italia raggiungesse i quarti di finale di uno slam con ben due tennisti, precisamente da quando Adriano Panatta e Paolo Bertolucci arrivarono ai quarti del Roland Garros.
I due italiani, attualmente numero 6 al mondo Berrettini (dopo aver superato lo sconfitto Rublev) e unico italiano a partecipare ai quarti di tutti gli Slam e Sinner numero 10 del ranking si stanno facendo sempre più strada in campo internazionale con delle prestazioni formidabili e degne di nota.

Scommesse Italia

Il percorso di Berrettini

Il numero 1 italiano supera lo spagnolo Pablo Carreno Busta in tre set 6-4 7-6 6-4 (con 28 ace) e si accomoda ai quarti di finale dell’Australian Open. È il primo italiano nella storia del tennis a raggiungere i quarti di finale in tutti i tornei del Grande Slam. Per sognare la semifinale dovrà passare dalla prova Monfils. “Certo, quello che scenderà in campo contro Monfils è un giocatore diverso rispetto ai quarti del 2019 all’US Open – dichiara Matteo-  All’epoca ero un ragazzo che giocava per la prima volta un match così importante, sul centrale di uno stadio importante. Ricordo il doppio fallo sul match point, ricordo tanti momenti che porterò sempre con me. Sono più pronto e più consapevole, ma di sicuro non sarà una partita facile”.

Scommesse

L’ascesa di Sinner

Jannik Sinner, a 20 anni e mezzo, raggiunge Matteo Berrettini ai quarti dell’Australian Open dopo aver sconfitto De Minaur. Durante la conferenza stampa post partita una farfalla si è appoggiata sul cappello di Sinner, l’anno scorso lo stesso era successo alla tennista Osaka che poi ha vinto gli Australian Open 2021. Un piccolo segno che il tennista ha considerato di buon auspicio per il prossimo turno. “È stato un bel momento. Non sapevo cosa significasse però sì, sicuramente sono in crescita. Ho 20 anni, ho ancora tanto da imparare ma negli ultimi mesi mi sono sentito maturato sia in campo che come uomo, che per me è la cosa più importante” dichiara l’altoatesino che continua parlando del collega e amico Berrettini: “Sono contento che siamo entrambi ai quarti, perché lui è un’ottima persona. Ci siamo conosciuti meglio, mi piace il suo modo di fare, l’umiltà. È una persona normale, ed è importante. E non dimenticatevi di Bolelli e Fognini, che sono ancora qui nel doppio e sono troppo contento per loro”.

Scommesse online

Leggi tutti gli articoli

Share this:



18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK