ATP Cincinnati 2019: Djokovic favorito per la vittoria, Federer cerca la rivincita

ATP Cincinnati 2019: Djokovic favorito per la vittoria, Federer cerca la rivincita

Djokovic a favourite to take the ATP Masters 1000 in 2019

Con il Masters 1000 di Cincinnati la stagione tennistica ATP su cemento americano raggiunge il suo apice, prima di concludersi con l’evento più atteso, gli US Open. Preceduto dall’ATP 500 di Washington e dalla Rogers Cup, il Cincinnati Masters è l’ultimo grande torneo di preparazione che precede lo slam di Flushing Meadows. Come al solito, c’è grande attesa per capire chi è l’uomo più in forma per l’ultimo slam della stagione.

Anche l’edizione 2019 del Cincinnati Masters (Western & Southern Open) si terrà a Mason (nord di Cincinnati) al Lindner Family Tennis Center. Campi in cemento di velocità medio alta su cui dal 12 al 18 agosto 2019 si svolgerà il secondo più importante torneo estivo degli Stati Uniti.

Il Cincinnati Masters

La prima edizione del Cincinnati Masters risale al 1899 e nel 1974 ha rischiato di essere escluso dal calendario tennistico. Da allora il torneo è cresciuto fino a diventare l’attuale Masters 1000. Qui hanno vinto grandi nomi come Ivan Lendl, Stefan Edberg, Pete Sampras, Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic. Il serbo ha trionfato al Cincinnati Masters per la prima volta nel 2018 ed è diventato così il primo giocatore a vincere tutti i nove Masters 1000 ATP e a completare il Career Golden Masters.

Diversi record del torneo appartengono a Roger Federer: maggior numero di edizioni vinte (7), di finali disputate (8, l’ultima persa lo scorso anno contro Djokovic), di match vinti (46), edizioni giocate (16); Stefan Edberg detiene il record di match disputati (56).

L’entry list

Come al solito l’entry list è stata comunicata con un buon anticipo dagli organizzatori del torneo. Il numero uno è naturalmente Novak Djokovic, in testa alla classifica ATP e campione in carica del torneo. Il serbo è seguito da Rafa Nadal e Roger Federer, mentre dietro ai tre mostri sacri ci sono Dominic Thiem, Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas; a completare la top ten troviamo Kei Nishikori, Kevin Anderson, Karen Khachanov e Fabio Fognini.

Oltre a Fognini, tra gli italiani ammessi direttamente nella lista dei partecipanti ci sono Matteo Berrettini e Marco Cecchinato, mentre Lorenzo Sonego – che questa settimana è entrato in top 50 per la prima volta – è terzo alternate.

I protagonisti più attesi del torneo

Come ultimo grande torneo di preparazione agli US Open, tutti gli occhi saranno puntati sui top player.

Novak Djokovic

Il grande favorito della vigilia non può essere altri che Novak Djokovic, fresco vincitore di Wimbledon e dominatore del circuito negli ultimi 12 mesi. Dopo la vittoria dei Championships si è concesso un lungo periodo di riposo e il Western & Southern Open è l’unico torneo che giocherà tra Wimbledon e US Open.

In questo momento così come in altre fasi della sua carriera Djokovic sembra imbattibile e per trovare un punto debole ci dobbiamo appigliare al fatto che il suo storico coach Marijan Vaida non sarà presente a Cincinnati. Ma potrebbe essere un non problema, visto che sarà sostituito da Goran Ivanisevic e a Wimbledon si sono già visti gli effetti positivi del suo ingresso nel team Nole.

Rafael Nadal

Nadal è il numero due dell’entry list, ma difficilmente potrà ambire al titolo, soprattutto se dovrà scontrarsi con Djokovic. Da molti anni ormai non riesce a sconfiggere il serbo in superfici diverse dalla terra rossa e a Cincinnati ha vinto una sola volta, nell’ormai lontano 2013.
La maggiore incognita su Nadal è la sua partecipazione, che non ha ancora confermato. Deciderà nel corso della Rogers Cup, è pertanto possibile che dia forfeit come lo scorso anno.

Roger Federer

Di tutt’altro tenore, rispetto a Nadal, le ambizioni di Federer. Dopo la delusione Wimbledon − finale persa con due match point a favore e nonostante i 14 punti in più conquistati rispetto al suo avversario − lo svizzero ha l’occasione di riscattarsi. Come per Djokovic il Western & Southern Open sarà l’unico torneo giocato tra Wimbledon e US Open e potrà avere la possibilità di vendicare la sconfitta a Wimbledon, ma anche la finale persa a Cincinnati lo scorso anno. E perché no, presentarsi agli US Open da favorito, nonostante i 38 anni di età.

Andy Murray

Sì, dopo tanto tempo possiamo tornare a parlare di Andy Murray. Il pluricampione slam scozzese, il meno titolato dei Fab Four ha avuto la carriera quasi compromessa dall’infortunio all’anca. Finora ha ripreso a giocare solo in doppio, ma si sente meglio e il Cincinnati Masters potrebbe essere il primo torneo in cui riprende a giocare il singolare.

Share this:


SportPesa Racing

18+

You must be 18 years of age to register and to place a bet. The company reserves the right to ask for proof of age from any customer and the customer accounts may be suspended until satisfactory proof of age is provided.

OK

NOTICE

Please log in or register to view the game tables

OK

ERROR

Invalid Username or Password
Forgot Password?

OK

Cliccando su questo link acconsento e richiedo di essere reindirizzato su https://blog.sportpesa.it/ in cui sono presenti contenuti relativi a giochi con vincita in denaro per maggiorenni.

Non desidero visualizzare contenuti relativi a giochi con vincita in denaro